Modifica del file di configurazione

Durante l'installazione dell'interfaccia Web di CA SDM, viene installato un file di configurazione del motore Web di esempio (web.cfg). È possibile modificare questo file in base alle proprie necessità. Il file web.cfg contiene commenti utili che si possono consultare durante la lettura del file. È possibile il file web.cfg dalla directory appropriata:
casm173
Durante l'installazione dell'interfaccia Web di CA SDM, viene installato un file di configurazione del motore Web di esempio (
web.cfg
). È possibile modificare questo file in base alle proprie necessità. Il file
web.cfg
contiene commenti utili che possono essere consultati durante la lettura del file. Aprire il file
web.cfg
dalla directory appropriata:
  • (Windows) %NX_ROOT%\bopcfg\www\
  • (UNIX) $NX_ROOT/bopcfg/www/
In Gestione Opzioni sono disponibili alcune variabili di configurazione aggiuntive, come ad esempio charset. È possibile accedervi mediante la scheda Amministrazione dell'interfaccia Web.
AllowInactiveSrelEntry
Specifica se è possibile salvare un record quando fa riferimento a record non attivi in una tabella di riferimenti.
  • Se questa proprietà viene omessa oppure impostata su zero, le voci non attive della tabella dei riferimenti (ad esempio, lo stato di una Richiesta oppure una categoria di Cambiamento) non vengono incluse negli elenchi di selezione e non possono essere specificate per le ricerche o nei campi della ricerca gerarchica.
  • Se questa proprietà viene impostata su 1, il flag "non attivo" viene ignorato nelle voci della tabella dei riferimenti.
Indipendentemente dall'impostazione del flag, i record che contengono già un riferimento a una voce non attiva della tabella dei riferimenti possono essere salvati senza modificare il riferimento. Il flag influisce solo sui nuovi valori di campo.
AnnouncementLength
Specifica il numero di annunci da visualizzare nella finestra di apertura nelle interfacce dei clienti e degli analisti. CA SDM visualizza l'annuncio più recente, quindi il numero di annunci specificato da questo parametro. L'interfaccia degli analisti consente di visualizzare altri annunci tramite l'opzione Annunci del menu Cerca.
Impostazione predefinita:
10, ovvero vengono visualizzati i dieci annunci più recenti.
AnonymousPrio
Specifica priorità valide per ticket creati da utenti guest. Questi utenti possono specificare solo una delle priorità nell'elenco AnonymousPrio per i propri ticket. Le voci nell'elenco delle priorità sono separate da spazi. Ciascuna voce deve essere un numero compreso tra 1 e 5 oppure la parola "nessuna" (senza virgolette). La priorità predefinita per i ticket creata dagli utenti di tipo guest deve essere specificata per prima e può essere ripetuta nell'elenco.
I valori validi per la proprietà AnonymousPrio corrispondono ai nomi simbolici delle proprietà distribuite. È possibile utilizzare il client Java per modificare i nomi simbolici. Tuttavia, questo non ha effetto sulla specifica della proprietà AnonymousPrio, che deve continuare a fare riferimento alle priorità in base ai propri nomi predefiniti, dove 1 corrisponde alla priorità più alta.
Impostazione predefinita:
nessuna, ovvero nessuna richiesta creata da un utente guest ha priorità.
Compilazione automatica
Specifica che l'interfaccia Web deve completare automaticamente i campi di ricerca quando un utente inserisce dati in un campo e preme il tasto di tabulazione per passare a un altro campo. Quando un utente preme il tasto di tabulazione e se l'opzione Riempimento automatico è selezionata, il browser richiede al server di confermare che l'aggiornamento sia corretto. Come risultato, il nome completo viene automaticamente inserito nel campo (se l'utente aveva specificato un nome parziale) oppure viene visualizzata una finestra di ricerca (se la selezione dell'utente non era valida o era ambigua).
Questa proprietà è facoltativa. La proprietà Autofill è attivata per impostazione predefinita. Se viene omessa oppure impostata su Yes, quando si preme il tasto di tabulazione per uscire da un campo di ricerca, viene automaticamente eseguita la ricerca nel database. Se questa proprietà è impostata su No, nessun campo viene completato automaticamente e i campi di ricerca non vengono verificati fin quando il record non viene salvato.
CAisd
Specifica il percorso (inclusa una barra iniziale) dell'alias o della directory virtuale nel server HTTP che contiene i file richiesti dal server Web di CA SDM. Solitamente, il valore di questa proprietà è /CAisd sia in UNIX sia in Windows. Per i server Apache, il valore deve essere definito nell'istruzione Alias di un file di configurazione. Per IIS, il valore deve corrispondere al campo Alias della finestra Proprietà directory.
CGI
Specifica il nome del programma eseguibile CGI fornito con l'interfaccia Web (senza suffisso .exe).
Impostazione predefinita:
pdmweb
Se il programma viene rinominato, sarà necessario aggiornare questa proprietà.
CgiReport
Specifica il nome del programma eseguibile CGI per i report Web fornito con l'interfaccia Web (senza suffisso .exe).
Impostazione predefinita:
pdm_cgireport
Se il programma viene rinominato, sarà necessario aggiornare questa proprietà.
ContactAutoDesc
Specifica se il nome del contatto deve essere inserito nella descrizione delle nuove Issue e richieste create nelle interfacce dei clienti e dei dipendenti. Se questa proprietà viene omessa oppure impostata su 0, non vengono aggiunte automaticamente informazioni alla descrizione delle nuove Issue e richieste. Se questa proprietà viene impostata su 1, il nome del contatto viene automaticamente inserito nella descrizione delle nuove Issue e richieste create nelle interfacce dei clienti e dei dipendenti. Questa proprietà non ha alcun effetto sull'interfaccia degli analisti.
ContactAutoDescWithIP
Specifica se l'indirizzo IP del contatto deve essere inserito nella descrizione delle nuove Issue e richieste create nelle interfacce dei clienti e dei dipendenti. Se questa proprietà viene omessa oppure impostata su 0, l'indirizzo IP non viene aggiunto alla descrizione delle nuove Issue e richieste. Se questa proprietà e la proprietà ContactAutoDesc sono entrambe impostate su 1, il nome del contatto e l'indirizzo IP vengono automaticamente inseriti nella descrizione delle nuove Issue e richieste create nelle interfacce dei clienti e dei dipendenti. Questa proprietà non ha alcun effetto sull'interfaccia degli analisti. Viene ignorata a meno che il valore della proprietà ContactAutoDesc non sia 1.
CstPrio
Priorità valide per le Issue create con l'interfaccia Web dei clienti. Per le loro Issue, gli utenti che utilizzano l'interfaccia dei clienti possono specificare solo una delle priorità riportate nell'elenco CstPrio e non possono aggiornare la priorità di una Issue se un analista ha cambiato il valore con uno non disponibile nell'elenco.
Le voci nell'elenco delle priorità sono separate da spazi. Ciascuna voce deve essere un numero compreso tra 1 e 5 oppure la parola "nessuna" (senza virgolette). La priorità predefinita delle Issue create con l'interfaccia dei clienti deve essere specificata per prima e può essere ripetuta nell'elenco.
Predefinito:
niente, 3, 4, 5
I valori validi per la proprietà CstPrio corrispondono ai nomi simbolici delle proprietà distribuite. È possibile utilizzare il client Java per modificare questi nomi simbolici. Tuttavia, questo non ha effetto sulla specifica della proprietà CstPrio, che deve continuare a fare riferimento alle priorità in base ai propri nomi predefiniti, dove 1 corrisponde alla priorità più alta.
DateFormat
Definisce l'ordine degli elementi nelle date.
Impostazione predefinita:
GG/MM/AAAA hh:mm a(am,pm)
Simbolo
Descrizione
M
1 o 2 cifre per indicare il mese
MM
2 cifre per indicare il mese
D
1 o 2 cifre per indicare il giorno
DD
2 cifre per indicare il giorno
YY
2 cifre per indicare l'anno
YYYY
4 cifre per indicare l'anno
H
1 o 2 cifre per indicare l'ora (orologio basato su 24 ore)
HH
2 cifre per indicare l'ora (orologio basato su 24 ore)
H
1 o 2 cifre per indicare l'ora (orologio basato su 12 ore)
hh
2 cifre per indicare l'ora (orologio basato su 12 ore)
M
1 o 2 cifre per indicare i minuti
mm
2 cifre per indicare i minuti
S
1 o 2 cifre per indicare i secondi
ss
2 cifre per indicare i secondi
a(am, pm)
"am" e "pm" in formato stringa
DateFormatNoTime
Specifica la stessa definizione di DateFormat, ma non la parte relativa all'ora.
DebugSource
Abilita il menu di scelta rapida standard del browser nei moduli di CA SDM . Se questa proprietà non viene impostata, fare clic con il pulsante destro del mouse su un modulo per visualizzare il menu di CA SDM. Prestare attenzione quando si imposta questa proprietà. Alcune opzioni dei menu di scelta rapida standard del browser potrebbero causare errori di esecuzione. Questo è il motivo per cui solitamente questa proprietà è disattivata. In Internet Explorer, è possibile visualizzare il menu di scelta rapida standard del browser, anche quando la proprietà DebugSource non è impostata, premendo il tasto Ctrl quando si fa clic con il pulsante destro del mouse.
DebugTrace
Con questa proprietà, il motore Web scrive le informazioni di traccia nel file stdlog.
Questa proprietà
non
dovrebbe essere impostata per uso normale. Utilizzarla solo se richiesto da CA Support.
EmpPrio
Priorità valide per le richieste create con l'interfaccia Web dei dipendenti. Per le loro richieste, gli utenti che utilizzano l'interfaccia dei dipendenti possono specificare solo una delle priorità riportate nell'elenco EmpPrio e non possono aggiornare la priorità di una richiesta se un analista ha cambiato il valore con uno non disponibile nell'elenco.
Le voci nell'elenco delle priorità sono separate da spazi. Ciascuna voce deve essere un numero compreso tra 1 e 5 oppure la parola "nessuna" (senza virgolette). La priorità predefinita delle richieste create con l'interfaccia dei dipendenti deve essere specificata per prima e può essere ripetuta nell'elenco.
Predefinito:
niente, 3, 4, 5
I valori validi per la proprietà EmpPrio corrispondono ai nomi simbolici delle proprietà distribuite. È possibile utilizzare il client Java per modificare i nomi simbolici. Tuttavia, questo non ha effetto sulla specifica della proprietà EmpPrio, che deve continuare a fare riferimento alle priorità in base ai propri nomi predefiniti, dove 1 corrisponde alla priorità più alta.
ExclLockSeconds
Specifica il numero massimo di secondi in cui l'utente è il proprietario esclusivo di un record dopo aver fatto clic su Modifica (il record viene bloccato). Trascorso il periodo, il motore Web rilascia il blocco consentendo agli altri utenti di aggiornare il record. Il motore Web tenta di mantenere il blocco se l'utente richiede il salvataggio dopo che è scaduto il tempo specificato nella proprietà ExclLockSeconds. Il tentativo riesce solo se nessun altro utente ha nel frattempo aggiornato il record. Se il tentativo di mantenere il blocco non riesce, l'utente deve immettere nuovamente gli aggiornamenti.
Impostazione predefinita:
120 (due minuti)
Questo argomento è opzionale. Se omesso, viene utilizzato il valore predefinito.
Il valore della proprietà ExclLockSeconds deve essere inferiore a quello della proprietà Timeout. La proprietà ExclLockSeconds è espressa in secondi, mentre la proprietà Timeout è espressa in minuti.
FormCacheMax
Specifica il numero massimo di moduli che deve essere mantenuto nella memoria del motore Web per ciascun utente. Il motore Web mantiene sempre gli ultimi moduli (il numero è specificato nella proprietà FormCacheMax) utilizzati da ciascun utente. Oltre questo numero, i moduli possono essere considerati scaduti. Una volta scaduti, non è più possibile accedere ai moduli con i pulsanti Indietro e Avanti nella pagina principale. Inoltre, questi moduli non possono essere più inviati a un modulo popup.
Impostazione predefinita:
10
I moduli scaduti, poiché vengono eliminati dalla cache, consentono di risparmiare memoria del motore Web. Tuttavia, a volte possono richiedere l'aggiornamento manuale da parte degli utenti. È possibile impostare la proprietà FormCacheMax sul valore –1 per disattivare la funzionalità di scadenza dei moduli.
FormTimeout
Specifica il numero minimo di secondi che un modulo viene mantenuto nel motore Web prima di essere considerato idoneo per la rimozione della cache. Gli utenti dispongono sempre almeno del tempo specificato in questo parametro per lavorare su un modulo prima di inviarlo. Inoltre, il motore Web mantiene sempre gli ultimi moduli utilizzati (in base al valore della proprietà FormCacheMax) per ogni utente.
È possibile utilizzare la proprietà StayCacheList per impedire il timeout di moduli specifici.
Impostazione predefinita:
180 (3 minuti)
FormTitle
Specifica una stringa da includere nella barra del titolo del browser Web che visualizza i moduli Web di CA SDM. Il valore della proprietà FormTitle si aggiunge al titolo del modulo specifico correntemente visualizzato.
Impostazione predefinita:
CA SDM
Ad esempio, se si mantiene il valore predefinito e si utilizza Microsoft Internet Explorer come browser per la visualizzazione del modulo Dettagli annuncio, la barra del titolo risulta:
Dettagli annuncio — CA SDM — Microsoft Internet Explorer
Questa proprietà è facoltativa. Se omessa, l'interfaccia Web degli analisti non utilizza un valore costante nella barra del titolo. Le interfacce Web dei clienti e PDA tornano al valore predefinito.
HitTrackFile
Specifica il percorso completo del file che riceve una registrazione di tutte le pagine Web utilizzate. In questo file viene scritta una riga ogni volta che un utente richiede una pagina. Le dimensioni del file possono aumentare all'infinito, pertanto utilizzare questa proprietà con estrema attenzione.
I record che contengono data e ora, l'ID utente, l'ID record del database e il nome del modulo HTMPL vengono aggiunti alla fine del file. Il formato dei record può variare. È necessario intervenire periodicamente su questo file, in modo da controllarne le dimensioni.
Questa proprietà è facoltativa. Se omessa, il file di traccia non viene scritto.
HtmplCacheSize
Specifica la dimensione della cache HTMPL. Quando questa dimensione è superata, il modulo meno recente viene rimosso dalla cache.
Impostazione predefinita:
1000.
ListAllMaximum
Specifica il numero massimo di record presenti in un elenco prima della visualizzazione di un messaggio di avvertenza che informa gli utenti che la richiesta non è consentita poiché ha un impatto negativo sulle prestazioni, a seguito di una richiesta di visualizzazione dell'intero elenco.
Predefinito:
2500
ListAllWarn
Specifica il numero massimo di record presenti in un elenco prima della visualizzazione di un messaggio di avvertenza che informa gli utenti che la richiesta potrebbe avere un impatto negativo sulle prestazioni, a seguito di una richiesta di visualizzazione dell'intero elenco. Viene richiesto di confermare se procedere.
Valore predefinito
: 1000
ListBottomMaximum
Specifica il numero massimo di record presenti in un elenco prima della visualizzazione di un messaggio di avvertenza che informa gli utenti che la richiesta non è consentita poiché ha un impatto negativo sulle prestazioni, a seguito di una richiesta di scorrere fino in fondo.
Predefinito:
2500
ListBottomWarn
Specifica il numero massimo di record presenti in un elenco prima della visualizzazione di un messaggio di avvertenza che informa gli utenti che la richiesta potrebbe avere un impatto negativo sulle prestazioni, a seguito di una richiesta di scorrere fino in fondo. Viene richiesto di confermare se procedere.
Valore predefinito
: 1000
ListPageLength
Specifica il numero massimo di record trovati da mostrare in una pagina di elenco dopo una ricerca.
Impostazione predefinita:
10
LogoutURL
Specifica l'URL completo di una pagina Web da visualizzare dopo la disconnessione da CA SDM. Questa proprietà è facoltativa. Se omessa, a seguito della disconnessione viene visualizzato nuovamente il modulo di accesso.
Lr_Refresh
Specifica l'intervallo di aggiornamento del lettore registro, in secondi. Se il valore di questa proprietà è diverso da 0, la funzione Lettore registro notifiche si aggiorna automaticamente in base all'intervallo specificato. Il valore minimo è 30 secondi.
Questa proprietà è facoltativa. Se omessa, il lettore registro si aggiorna ogni 5 minuti (valore predefinito pari a 300 secondi). Se il valore di questa proprietà è 0, il lettore registra non si aggiorna mai automaticamente.
MacroPath
Specifica un elenco di percorsi di directory in cui il motore Web ricerca i file richiesti dal tag PDM_MACRO. È possibile specificare più directory, separandole con spazi. È possibile includere le variabili di ambiente nei nomi delle directory, utilizzando il simbolo del dollaro come prefisso (ad esempio, $NX_ROOT). Per Windows e UNIX, separare ogni percorso con la barra (/) e non con la barra rovesciata (\). Questa proprietà è obbligatoria. Solitamente, l'impostazione è:
$NX_ROOT/site/mods/macro $NX_ROOT/bopcfg/www/macro
MatchesFound
Specifica il testo del messaggio da visualizzare sotto un campo quando la chiave utente per un campo di ricerca è ambigua ed è necessario visualizzare nuovamente il modulo di modifica con un elenco di selezione. Questa proprietà è opzionale. Se omessa, il valore predefinito è Più corrispondenze.
MaxRecordsAutoSuggest
Specifica il numero di record visualizzati dal suggerimento automatico al di sotto di un elemento di ricerca.
Impostazione predefinita:
25
MaxSelectList
Specifica il numero massimo di corrispondenze da visualizzare nell'elenco di selezione quando una chiave utente per un campo di ricerca è ambigua ed è necessario visualizzare nuovamente il modulo di modifica. Se vengono rilevate molte altre corrispondenze, viene visualizzato il messaggio Troppe corrispondenze.
MinCharsAutoSuggest
Specifica il numero minimo di caratteri da inserire nei campi di ricerca prima della visualizzazione dei suggerimenti automatici.
Valore predefinito:
3
MouseoverPreviewDelayTime
Specifica l'intervallo di tempo (in millisecondi) tra il posizionamento del mouse su un collegamento e la visualizzazione dell'anteprima corrispondente.
Se il mouse viene spostato dal collegamento prima dell'intervallo di tempo specificato, l'anteprima non verrà visualizzata.
Valore predefinito
: 1000
NoMatchesFound
Specifica il testo del messaggio da visualizzare sotto un campo quando la chiave utente per un campo di ricerca non è valida ed è necessario visualizzare nuovamente il modulo di modifica. Questa proprietà è opzionale. Se omessa, il valore predefinito è Nessuna corrispondenza trovata.
PreLogin Timeout
Specifica il numero massimo di minuti durante i quali il motore Web mantiene attiva una sessione prima dell'accesso. Il motore Web avvia automaticamente una sessione quando un utente richiede un modulo di accesso, prima che l'utente completi il processo di accesso. Se l'utente non completa l'accesso entro il tempo specificato, il motore Web annulla la sessione. Se l'utente ripete la richiesta di accesso, il motore Web avvia una sessione. Questa operazione è trasparente all'utente.
Questa proprietà non ha alcun impatto sull'utente finale. È una proprietà che ottimizza le prestazioni, bilanciando l'uso della memoria del motore Web rispetto al sovraccarico che deriva dalle operazioni di annullamento e nuova apertura delle sessioni. Questa proprietà è opzionale. Se omessa, il valore predefinito è 1 minuto.
RedirectingURL
Specifica l'URL che il Web Director deve utilizzare per inviare le richieste a questo motore Web. Questa proprietà specifica l'URL completo del motore Web (http incluso). Questa proprietà è obbligatoria se si utilizza il Web Director. In caso contrario, viene ignorata.
SchedExpMaximum
Specifica il numero massimo di pianificazioni che è possibile esportare contemporaneamente.
Impostazione predefinita:
1000
L'impostazione predefinita corrisponde al numero massimo di esportazioni che CA SDM è in grado di gestire contemporaneamente. Incrementare il valore predefinito può causare instabilità di sistema. Se si tenta di esportare un numero di eventi superiore rispetto al valore specificato in SchedExpMaximum, verrà visualizzato un messaggio che informa dell'impossibilità di eseguire l'esportazione.
SelListCacheExclude
Specifica i nomi degli oggetti (factory) da escludere dal processo di inserimento nella cache per gli elenchi <PDM_SELECT>. Per migliorare le prestazioni, normalmente il motore Web carica nella propria memoria cache il contenuto di piccole tabelle utilizzate negli elenchi a discesa <PDM_SELECT> e negli elenchi di ricerca gerarchica. È possibile impedire il caricamento nella cache di una determinata tabella se la partizione dati in uso utilizza limitazioni per specificare l'accesso a visualizzazioni diverse della tabella a gruppi di utenti diversi. Inoltre, se le tabelle vengono incluse nel valore di questa proprietà, il motore Web non deve richiedere il numero dei record all'avvio, migliorando leggermente le prestazioni all'avvio. Questa proprietà è facoltativa. Se specificata, deve contenere uno o più nomi di oggetti separati da spazi.
SelListCacheMax
Definisce il numero massimo di record di tabella che possono essere caricati nella cache del motore Web. Il motore Web mantiene nella propria memoria l'intero contenuto delle tabelle o parte di esse (in base alla dimensione della cache), migliorando le prestazioni relative alla creazione degli elenchi <PDM_SELECT> che si basano su queste tabelle. Un valore molto alto di questa proprietà, significa un miglioramento delle prestazioni ma un aumento dell'utilizzo della memoria.
Impostazione predefinita:
10
La proprietà SelListCacheMax viene ignorata per le tabelle utilizzate negli elenchi di ricerca gerarchica, ad esempio le categorie per le richieste, le Issue e gli Ordini di cambiamento. Il motore Web mantiene sempre nella propria memoria l'intero contenuto delle tabelle utilizzate negli elenchi di ricerca gerarchica. Se queste tabelle contengono un numero elevato di valori, è possibile specificare la proprietà SelListCachePreload.
SelListCachePreload
Specifica una o più tabelle che devono essere caricate all'avvio nella cache di selezione del motore Web. Le tabelle che non vengono specificate in questa proprietà vengono caricate solo la prima volta che vengono utilizzate. Se la proprietà SelListCacheMax è impostata su un valore alto oppure se l'elenco di ricerca gerarchica (ad esempio, una categoria) contiene un numero elevato di record, è consigliabile specificare la tabella nella proprietà SelListCachePreload. In questo modo, si evitano tempi lunghi di risposta la prima volta che un utente accede a un modulo che utilizza la tabella.
Il valore della proprietà SelListCachePreload è un elenco di nomi di oggetto separati da spazi. Ogni nome di oggetto può essere seguito da un elenco opzionale di nomi di attributi racchiusi tra parentesi. Gli attributi specificati nell'elenco vengono caricati nel motore Web. Se non specificati attributi, vengono caricati solo il nome comune e il valore di attributo relativo dell'oggetto. Queste informazioni sono sufficienti per gli elenchi di selezione, ma non lo sono per le ricerche gerarchiche. Se si modificano i moduli di ricerca gerarchica, (hiersel_xx.htmpl, dove xx è un nome di oggetto), assicurarsi che nella proprietà SelListCachePreload siano specificati tutti gli attributi utilizzati nel modulo. Se si omette un attributo, la cache viene ricaricata al momento dell'utilizzo del modulo.
La proprietà SelListCachePreload è opzionale. Se viene omessa, non viene caricato nulla nella cache di selezione fino a quando un utente non richiede un modulo utilizzando un elenco di selezione o una ricerca gerarchica.
chgcat(description owning_contract) chgstat crs isscat(description owning_contract) issstat pcat(description cr_flag in_flag pr_flag owning_contract) pri tskstat urg pcat_cr(description cr_flag in_flag pr_flag owning_contract) pcat_pr(description cr_flag in_flag pr_flag owning_contract) pcat_in(description cr_flag in_flag pr_flag owning_contract)
StayCacheList
Specifica i nomi di moduli che non devono essere mai rimossi dalla cache dei moduli, indipendentemente dal tempo in cui rimangono visualizzati. Questa proprietà garantisce che i frame fissi delle visualizzazioni basate su frame vengano sempre conservati nella sessione. È una proprietà da utilizzare con molta attenzione in quanto per errore si potrebbero specificare moduli incorretti. Il valore predefinito è:
scoreboard.htmpl top_splash.htmpl buttons.htmp hiersel_admin_tree.htmpl
SuppressHtmplCache
Specifica che il motore Web deve rileggere tutti i file che definiscono il contenuto di una pagina ogni volta che la pagina viene richiesta. L'analisi di un file HTMPL richiede un tempo di elaborazione estremamente lungo e solitamente richiede la lettura di diversi file fisici, dal momento che la maggior parte dei tag utilizza PDM_INCLUDE. Il motore Web normalmente salva i file analizzati nella propria memoria in modo che le richieste future della stessa pagina possano essere soddisfatte immediatamente. Questo metodo migliora in modo significativo le prestazioni, ma può costituire un inconveniente per gli utenti che si occupano dello sviluppo di nuove pagine e dell'aggiornamento delle pagine esistenti. Per applicare le modifiche, è necessario riavviare il motore Web.
Questa proprietà è opzionale e non richiede alcun valore. Se viene specificata, il motore Web non inserisce nella cache i file analizzati e le modifiche ai file HTMPL vengono applicate immediatamente. A causa dell'impatto sulle prestazioni, questa proprietà non deve essere specificata in un ambiente di produzione.
SuppressLoginAndLogoutMsg
Specifica che il motore Web non deve registrare un messaggio nel file registro di CA SDM ogni volta che un utente accede o si disconnette dall'interfaccia Web.
Questa proprietà è facoltativa. Se non viene specificata, il motore Web registra un messaggio ogni volta che un utente esegue l'accesso o la disconnessione.
SuppressMacroCache
Specifica che il motore Web deve eliminare tutte le macro salvate ogni volta che una nuova pagina viene richiesta. Il motore Web normalmente salva le macro analizzate nella propria memoria in modo che le richieste future delle stesse macro possano essere soddisfatte immediatamente. Questo metodo migliora in modo significativo le prestazioni, ma può costituire un inconveniente per gli utenti che si occupano dello sviluppo di nuove macro e dell'aggiornamento delle macro esistenti. Per applicare le modifiche, è necessario riavviare il motore Web.
Questa proprietà è facoltativa. Se viene specificata, il motore Web non inserisce nella cache le macro analizzate e le modifiche alle macro vengono applicate immediatamente. A causa dell'impatto sulle prestazioni, questa proprietà non deve essere specificata in un ambiente di produzione.
Timeout
Specifica il numero di minuti durante i quali una sessione utente può rimanere inattiva prima che venga automaticamente terminata, liberando tutte le risorse del server.
Il valore della proprietà Timeout deve essere superiore a quello della proprietà ExclLockSeconds. La proprietà ExclLockSeconds è espressa in secondi, mentre la proprietà Timeout è espressa in minuti.
TooManyMatches
Specifica il testo del messaggio da visualizzare sotto un campo quando la chiave utente per un campo di ricerca è ambigua e il numero di corrispondenze della chiave supera il valore di MaxSelectList. Questa proprietà è opzionale. Se omessa, il valore predefinito è Troppe corrispondenze.
UpdatedAnnouncementsPopup
La frequenza con cui il browser controlla la disponibilità di nuovi annunci. Quando viene rilevato un nuovo annuncio, il browser lo visualizza automaticamente in una finestra. Il valore dell'intervallo è espresso in minuti. Per ridurre l'impatto sulle prestazioni del browser, si consiglia di impostare questa variabile su un valore maggiore di 5 (minuti).
UseDirector
Specifica quando il Web Director controlla il motore Web. La tabella seguente riporta i possibili valori:
Valore
Descrizione
No
Il motore Web è indipendente dal Web Director. Si tratta del valore predefinito.
Il Web Director deve avviare tutte le sessioni, incluso il modulo di accesso. Se un utente tenta l'accesso diretto al motore Web, il motore Web richiede al Web Director un riferimento di tale utente.
AfterLogin
Il motore Web segnala una sessione al Web Director dopo l'autenticazione di un utente. Un motore Web configurato con il parametro UseDirector AfterLogin è responsabile solo dell'autenticazione. Pertanto, è un motore adatto per l'uso del protocollo SSL ai fini della massima protezione.
BeforeLogin
Il motore Web segnala una sessione al Web Director prima dell'autenticazione di un utente. Un motore Web configurato con il parametro UseDirectory BeforeLogin non visualizza mai la pagina di accesso e non accetta mai una password di accesso.
Questa proprietà è facoltativa. Se omessa, il motore Web non utilizza il Web Director.
UseNestedTabs
Specifica se visualizzare il controllo delle schede nidificate nei moduli dettagli.
Impostazione predefinita:
Attivato
WebDirectorSlumpName
Specifica il nome del Web Director che si occupa della gestione del motore Web. Questa proprietà è richiesta solo se si utilizza più di un Web Director oppure se il Web Director è stato configurato con un nome slump diverso da quello predefinito (web:director).
Questa proprietà è opzionale se si utilizza il Web Director. In caso contrario, viene ignorata.
WillingnessValue
Specifica la disponibilità del motore Web ad accettare sessioni, su una scala da 0 a 10. Questa proprietà è disponibile solo se si utilizza il Web Director. Questo valore ha importanza solo se messo a confronto con la disponibilità degli altri motori Web associati allo stesso Web Director. Il Web Director trasferisce le sessioni ai motori Web in base ai propri valori di disponibilità. Un motore Web con valore di disponibilità doppio rispetto a quello di un altro motore Web, gestisce in media il doppio del numero di sessioni.
Se il valore della proprietà WillingnessValue è 0, significa che il motore Web non accetta le sessioni. Questo valore può essere utile se UseDirector è AfterLogin.
Questa proprietà è opzionale se si utilizza il Web Director. In caso contrario, viene ignorata. Se omessa, il valore predefinitè è 5.
WorkFrameTimeout
Specifica il numero massimo di secondi durante i quali il motore Web attende la risposta per una richiesta del server interna prima di considerare la richiesta come non riuscita. La finestra temporale viene utilizzata per le funzioni dell'interfaccia Web di CA SDM che richiedono al server dati diversi dalle normali pagine Web. Tra le funzioni sono incluse il riempimento automatico, il caricamento delle proprietà delle categorie e l'aggiornamento dei contatore. Le richieste inviate a CA SDM difficilmente non vengono soddisfatte. Tuttavia, le stesse richieste inoltrate ad altri server (ad esempio, prodotti integrati come Gestione della conoscenza) potrebbero non riuscire se il server interessato non è in esecuzione oppure se ci sono problemi di rete che impediscono l'accesso ad esso. La proprietà WorkFrameTimeout specifica un intervallo di tempo oltre il quale la richiesta viene considerata non riuscita. In questo caso, la finestra temporale rimane disponibile per altre richieste.
La proprietà WorkFrameTimeout non viene controllata a meno che non sia richiesta una finestra temporale e tutte quelle definite siano già utilizzate. Pertanto, è abbastanza probabile che un server remoto abbia più tempo a disposizione di quello specificato dalla proprietà WorkFrameTimeout per rispondere. Il valore della proprietà WorkFrameTimeout è un valore minimo.
Questa proprietà è facoltativa. Se omessa, il motore Web utilizza una finestra temporale di 30 secondi.