Eventi e notifiche per CA APM

Questo articolo contiene i seguenti argomenti:
casm173
Questo articolo contiene i seguenti argomenti:
Un
evento
rappresenta un'attività correlata al campo, predefinito o esteso, di un oggetto. Quando si definisce un evento, è necessario specificare i criteri da soddisfare prima che si verifichi l'evento. Ad esempio, si desidera conoscere quando vengono modificati i dati in un determinato campo. È possibile definire un evento in grado di rilevare la modifica dei dati. Gli eventi funzionano in combinazione con le
notifiche
, create dal provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) per avvisare i membri del team se si verifica un evento rilevante per un campo o un oggetto specifico. Gli eventi e le notifiche permettono di avvisare gli utenti sugli eventi in programma e di garantire che le attività appropriate vengano eseguite nell'ordine corretto al momento giusto.
Una notifica viene attivata quando si verifica un evento definito dall'utente. Ad esempio, è stato definito un evento nel campo Data di termine documento legale in modo da inviare una notifica al responsabile di contratto 15 giorni prima della scadenza di un contratto legale. Questi 15 giorni servono al responsabile di contratto rivedere ed eventualmente negoziare un contratto migliore. Quando arriva la data definita, ovvero 15 giorni prima della scadenza del contratto, si verifica l'evento e viene avviato il processo di notifica tramite il provider del flusso di lavoro. Il provider del flusso di lavoro genera, invia e gestisce la notifica in base alla configurazione prevista nei provider del flusso di lavoro e in CA APM.
Il metodo di notifica predefinito di CA APM supporta le notifiche di posta elettronica tramite il provider del flusso di lavoro. È possibile inviare una notifica di posta elettronica a qualsiasi utente o elenco di distribuzione definito nel sistema di posta elettronica interno, anche se non si tratti di utenti di CA APM. Inoltre, è possibile inviare un messaggio di posta elettronica a qualsiasi indirizzo di posta elettronica esterno, se consentito dal sistema di posta elettronica in uso.
Inoltre, è possibile configurare il processo di notifica nel provider del flusso di lavoro in modo che attivi qualsiasi tipo di processo. Ad esempio, è possibile impostare il processo di notifica per l'esecuzione di determinate azioni in un'altra applicazione quando si verifica un evento in CA APM. Per informazioni sull'impostazione di diversi processi di notifica, consultare la documentazione del provider del flusso di lavoro.
È possibile definire i seguenti tipi di eventi per monitorare e gestire modifiche rilevanti di campi oppure oggetti:
  • Eventi di data. Monitorare il campo di data di un oggetto e impostare il provider del flusso di lavoro in modo che invii una notifica riguardo alla data in arrivo o trascorsa.
  • Eventi di cambiamento. Monitorare il campo di un oggetto e impostare il provider del flusso di lavoro in modo che invii una notifica sul cambiamento del valore del campo.
  • Eventi di monitoraggio. Monitorare il campo di un oggetto e impostare il provider del flusso di lavoro in modo che invii una notifica riguardo a un eventuale ostacolo al completamento di un'attività.
Escalation delle notifiche
Quando si verifica un evento, il provider del flusso di lavoro invia una notifica di posta elettronica ai destinatari indicati in fase di definizione dell'evento. CA APM consente di inviare notifiche di posta elettronica a destinatari di vari livelli.
  • I
    destinatari iniziali
    sono i destinatari principali della notifica. Sono i primi che ricevono la notifica e rispondono per confermarne la ricezione. Le informazioni sull'evento contenute nella notifica sono state specificate in fase di definizione dell'evento. Il destinatario riceve un promemoria via posta elettronica prima che scada il termine per la conferma. Se il destinatario non conferma la ricezione della notifica entro la data di scadenza, viene eseguita l'escalation se prevista nel processo del flusso di lavoro selezionato.
  • I
    destinatari di escalation
    sono i destinatari di secondo livello della notifica. Se i destinatari iniziali non confermano la ricezione della notifica entro l'intervallo specificato, viene eseguita l'escalation ai destinatari successivi se prevista nel processo del flusso di lavoro selezionato. L'escalation permette di inviare la notifica relativa a una data o un evento importante ad altri quando il destinatario iniziale non conferma l'avvenuta ricezione. Il prodotto include i seguenti processi del flusso di lavoro ed escalation:
    • Notifica seguita da escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario conferma la ricezione della notifica, l'evento viene contrassegnato come completato. Se invece non la conferma entro l'intervallo specificato, viene eseguita l'escalation della notifica al destinatario di escalation. Se il destinatario di escalation risponde, l'evento viene contrassegnato come completato. In caso contrario, l'evento viene contrassegnato come non riuscito.
    • Notifica senza conferma: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e di contrassegnare l'evento come completato. Non occorre la risposta del destinatario e non viene eseguita l'escalation della notifica.
    • Notifica senza escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario non risponde, l'evento viene contrassegnato come non riuscito. Se invece risponde entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come completato.
I livelli di notifica consentono di inviare a uno o più utenti notifiche su un evento e fornire istruzioni distinte a ciascun utente. Definire i destinatari e i livelli di escalation della notifica quando si specificano i parametri di processo del provider del flusso di lavoro per un evento.
Conferma dell'avvenuta ricezione
Una notifica di posta elettronica viene confermata quando il destinatario visualizza il messaggio di posta elettronica, fa clic sul collegamento di CA Process Automation, accede a CA Process Automation e conferma la ricezione della notifica. La ricezione della notifica per posta elettronica viene confermata nel provider del flusso di lavoro.
Il messaggio di posta elettronica inviato al destinatario iniziale contiene il messaggio specificato in fase di definizione dell'evento. Se un utente non conferma la ricezione del messaggio di posta elettronica, viene eseguita l'escalation della notifica al destinatario responsabile successivo se prevista nel processo del flusso di lavoro selezionato. Quando si conferma la ricezione di una notifica, non saranno eseguite altre escalation in futuro per la stessa notifica di evento.
Selezione del processo di notifica di posta elettronica
Quando verifica un evento di data, di cambiamento o di monitoraggio, viene avviato il processo di notifica di posta elettronica nel provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation). Definire e impostare il processo di notifica di posta elettronica nel provider del flusso di lavoro e di CA APM. Ad esempio, definire i destinatari di posta elettronica, i livelli di escalation e il testo della notifica. CA APM consente di definire diversi tipi di processi di notifica nel provider del flusso di lavoro. Ad esempio, si può avere un processo di notifica di posta elettronica (fornito con il prodotto) e un altro processo definito dall'utente che avvia le azioni in un'applicazione esterna, come un dashboard di gestione degli asset. Selezionare il processo di notifica che si desidera utilizzare con un evento specifico in fase di definizione dell'evento.
Per ulteriori informazioni sulla definizione dei processi di notifica nel provider del flusso di lavoro, consultare la documentazione del provider del flusso di lavoro.
Il tipo di processo di notifica di posta elettronica avviato dopo che si è verificato un evento dipende dal processo selezionato in fase di definizione dell'evento. I seguenti processi di notifica di posta elettronica sono forniti con il prodotto e si applicano al provider del flusso di lavoro di CA Process Automation:
  • Notifica seguita da escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario conferma la ricezione della notifica, l'evento viene contrassegnato come completato. Se invece non la conferma entro l'intervallo specificato, viene eseguita l'escalation della notifica al destinatario di escalation. Se il destinatario di escalation risponde, l'evento viene contrassegnato come completato. In caso contrario, l'evento viene contrassegnato come non riuscito.
  • Notifica senza conferma: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e di contrassegnare l'evento come completato. Non occorre che il destinatario confermi la ricezione della notifica.
  • Notifica senza escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario non conferma la ricezione della notifica entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come non riuscito. Se invece la conferma entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come completato.
È possibile definire ulteriori processi di notifica nel provider del flusso di lavoro che consentono di eseguire altre azioni, oltre alle notifiche di posta elettronica, quando si verificano determinati eventi. È possibile quindi selezionare uno dei processi configurati in fase di definizione dell'evento.
Gestione di eventi e notifiche
Gli eventi funzionano in combinazione con le notifiche, create dal provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) per informare i membri del team se si verifica un evento o un'attività rilevante. Per gestire eventi e notifiche, procedere come segue:
  1. Gli amministratori concedono agli utenti le autorizzazioni di gestione eventi.
    Per ulteriori informazioni sulle autorizzazioni per gestire gli eventi, consultare la sezione Concessione delle autorizzazioni di gestione eventi.
  2. Aprire una configurazione locale o globale esistente e definire uno dei seguenti eventi:
  3. Il provider del flusso di lavoro avvia il processo di notifica di posta elettronica.
  4. Visualizzare la cronologia di audit degli eventi.
  5. (Facoltativo) Il destinatario della notifica conferma l'avvenuta ricezione.
Eventi di data
Utilizzare un
evento di data
per monitorare il campo di data per un oggetto e impostare il provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) per l'invio di notifiche riguardo alla data in arrivo o trascorsa. Gli eventi di data sono basati sul valore memorizzato in un campo di data specifico (campi predefiniti ed estesi) e la notifica inviata dal provider del flusso di lavoro fornisce un avviso avanzato affinché sia eseguita un'attività di completamento. La data in cui un utente riceve la notifica sull'evento in arrivo o trascorso si basa sul valore del campo per l'oggetto e sulle informazioni specificate in fase di definizione dell'evento, incluso il valore del campo Giorni dopo.
CA APM consente di definire uno o più eventi di data per un singolo campo.
In genere, gli eventi non vengono attivati (e non vengono inviate le notifiche) in caso di modifiche apportate al campo prima che l'evento fosse definito. Gli eventi di data rappresentano un'eccezione. Se la data di notifica cade
dopo
aver definito l'evento, viene attivato un evento, e inviata una notifica, anche per le modifiche apportate al campo
prima
che l'evento fosse definito.
Esempio: Definizione di un evento di data per il termine di un documento legale
In questo esempio, un negoziatore di contratto deve rivedere i contratti trenta giorni prima della scadenza. Viene definito un evento di data nel campo Data di termine per un documento legale. Ad esempio, quando il responsabile di contratto aggiunge un documento legale la cui data di termine è prevista per il 31/03/2010, viene inviata una notifica all'utente appropriato il 1/3/2010.
Definizione di un evento di data
CA APM consente di definire un evento di data per monitorare il campo di data e impostare il provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) per l'invio di notifiche riguardo alla data in arrivo o trascorsa. Ad esempio, è possibile definire un evento nel campo Data di termine per un documento legale. È possibile definire uno o più eventi di data per un singolo campo.
Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare. A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA.
    La configurazione dell'evento è abilitata. Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic su Nuovo.
  3. Specificare le informazioni per l'evento di data.
    Di seguito si riporta la definizione di alcuni campi:
    • Tipo di evento
      Selezionare il tipo di evento come evento di data. Una volta selezionato il tipo e salvato l'evento, non è possibile modificare il tipo di evento. Se si seleziona il tipo di evento errato in fase di definizione dell'evento, eliminare l'evento e ridefinirlo con il tipo corretto.
    • Giorni dopo
      Specificare un numero positivo o negativo per indicare il numero di giorni prima o dopo la modifica del campo per creare un evento di data.
      • Un numero positivo indica i giorni trascorsi dopo il valore originale per creare un evento di data.
      • Un numero negativo indica i giorni prima di arrivare al valore originale per creare un evento di data.
    • Non attivo
      Selezionare questa casella di controllo per indicare che l'evento di data non è attivo. Quando si disattiva un evento di data, non vengono create nuove notifiche sull'evento. Vengono elaborate soltanto le notifiche in sospeso.
    • Provider di eventi
      Selezionare il provider del flusso di lavoro per l'invio di una notifica agli utenti sull'evento di data che si è verificato (ad esempio, CA IT Process Automation Manager). Quando si seleziona un provider, tutti i processi del flusso di lavoro disponibili per il provider selezionato vengono visualizzati nel campo Processo flusso di lavoro.
    • Processo flusso di lavoro
      Identifica il processo di flusso di lavoro del relativo provider. Quando si seleziona un processo del flusso di lavoro, vengono visualizzati tutti i parametri di processo disponibili per il provider del flusso di lavoro.
      • Notifica seguita da escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario conferma la ricezione della notifica, l'evento viene contrassegnato come completato. Se invece non la conferma entro l'intervallo specificato, viene eseguita l'escalation della notifica al destinatario di escalation. Se il destinatario di escalation risponde, l'evento viene contrassegnato come completato. In caso contrario, l'evento viene contrassegnato come non riuscito.
      • Notifica senza conferma: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e di contrassegnare l'evento come completato. Non occorre che il destinatario confermi la ricezione della notifica.
      • Notifica senza escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario non conferma la ricezione della notifica entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come non riuscito. Se invece la conferma entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come completato.
      • (Facoltativo) Altri tipi di processo: consentono di utilizzare i processi definiti nel provider del flusso di lavoro.
    • Parametri di notifica
      Per specificare ogni parametro di processo per il provider del flusso di lavoro, effettuare una delle seguenti azioni per ciascun campo:
      Fare riferimento alle descrizioni di campo per informazioni specifiche sul formato e sul contenuto di ciascun campo di parametro.
  4. Fare clic su Salva.
  5. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento di data è completata.
Aggiornamento di un evento di data
CA APM consente di aggiornare le informazioni per un evento di data esistente. Ad esempio, è possibile modificare il nome e la descrizione dell'evento oppure disattivare l'evento.
Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Attenersi alla procedura seguente:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare. A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA.
    La configurazione dell'evento è abilitata.
    Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic sull'icona Modifica record accanto all'evento di data che si desidera aggiornare.
  3. Immettere le nuove informazioni per l'evento di data.
    Dopo aver definito e salvato un evento, non è possibile modificare i campi Tipo di evento, Causa evento, Valore modificato da e Valore modificato in. Se si immettono informazioni errate, eliminare l'evento e definirlo nuovamente usando le informazioni corrette.
  4. Fare clic sull'icona Completa modifica record.
  5. Fare clic su Salva.
  6. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento di data è completata.
Eliminazione di un evento di data
CA APM consente di eliminare un evento di data non necessario. Ad esempio, quando non si desidera ricevere notifiche riguardo la modifica del campo Data di termine relativo a un documento legale, è possibile eliminare l'evento di data associato. Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Eventuali notifiche in sospeso dal provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) relative all'evento vengono inviate prima che l'evento venga eliminato. Quando si elimina un evento, tutte le informazioni cronologiche sull'evento vengono eliminate. Si consiglia di rendere l'evento non attivo piuttosto che eliminarlo. In tal modo, se in futuro si avrà bisogno dell'evento, non sarà necessario ridefinirlo.
Attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare.
    A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA. La configurazione dell'evento è abilitata.
    Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo. Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic sull'icona Contrassegna per l'eliminazione accanto all'evento di data che si desidera eliminare.
  3. Fare clic su Salva.
  4. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento di data è completata.
Eventi di cambiamento
Utilizzare un
evento di Cambiamento
per monitorare un campo per un oggetto e impostare il provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) per l'invio di notifiche riguardo alla modifica del valore di tale campo. Gli eventi di Cambiamento si basano sul valore memorizzato in un campo specifico (campi predefiniti ed estesi) e la notifica ricevuta dal provider del flusso di lavoro avvisa gli utenti quando viene impostato o modificato il valore di un campo.
CA APM consente di definire uno o più eventi di Cambiamento per un singolo campo.
Esempio: Definizione di un evento di Cambiamento per trovare le attrezzature per un nuovo dipendente
In questo esempio, i tecnici asset forniscono l'attrezzatura appropriata in caso di assunzione o trasferimento a un altro dipartimento di un dipendente. Definire un evento di Cambiamento per l'invio di una notifica a un membro del team di tecnici asset quando viene impostato o modificato il valore del campo Dipartimento per il contatto. Questa notifica avvisa il tecnico affinché trovi l'attrezzatura per il dipendente appena assunto o trasferito.
Definizione di un evento di Cambiamento
CA APM consente di definire un evento di Cambiamento per monitorare un campo e impostare il provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) per l'invio di notifiche in caso di modifica del valore di tale campo. Ad esempio, è possibile definire un evento di Cambiamento per il campo Dipartimento di un contatto. È possibile definire uno o più eventi di Cambiamento per un singolo campo.
Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Attenersi alla procedura seguente:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare.
    A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA. La configurazione dell'evento è abilitata.
    Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic su Nuovo.
  3. Specificare le informazioni per l'evento di Cambiamento.
    Di seguito si riporta la definizione di alcuni campi:
    • Tipo di evento
      Selezionare il tipo Evento di cambiamento. Una volta selezionato il tipo e salvato l'evento, non è possibile modificare il tipo di evento. Se si seleziona il tipo di evento errato in fase di definizione dell'evento, eliminare l'evento e ridefinirlo con il tipo corretto.
    • Causa evento
      Selezionare il tipo di azione da eseguire per il campo se si verifica un evento di Cambiamento. Tra le cause di evento supportate sono incluse la modifica di un campo, l'aggiunta e l'eliminazione di un record.
    • Valore modificato da
      Selezionare lo stato iniziale del valore di campo affinché si produca l'evento di Cambiamento. Le modifiche del valore di campo supportate includono le seguenti opzioni:
      • Qualsiasi valore
        . Lo stato iniziale viene impostato con qualsiasi valore.
      • Nessuna
        . Lo stato iniziale viene impostato con un valore di campo vuoto.
      • Valore precedente
        . Lo stato iniziale viene impostato con un valore specifico.
    • Valore
      Disponibile quando si seleziona l'opzione
      Valore precedente
      nel campo Valore modificato da. Immettere un valore specifico per impostare lo stato iniziale.
    • Valore modificato in
      Selezionare lo stato finale del valore di campo affinché si produca l'evento di Cambiamento. Le modifiche del valore di campo supportate includono le seguenti opzioni:
      • Qualsiasi valore
        . Lo stato finale viene impostato con qualsiasi valore di campo, esclusi i valori vuoti.
      • Nessuna
        . Lo stato finale viene impostato con valore di campo vuoto.
      • Nuovo valore
        . Lo stato finale viene impostato con un valore specifico.
    • Valore
      Disponibile quando si seleziona l'opzione
      Nuovo valore
      nel campo Valore modificato in. Immettere un valore specifico per impostare lo stato finale.
    • Non attivo
      Selezionare questa casella di controllo per indicare che l'evento di Cambiamento non è attivo. Quando si disattiva un evento di Cambiamento, non vengono create nuove notifiche sull'evento. Vengono elaborate soltanto le notifiche in sospeso.
    • Provider di eventi
      Selezionare il provider del flusso di lavoro per l'invio di una notifica agli utenti sull'evento di Cambiamento che si è verificato (ad esempio, CA IT Process Automation Manager). Quando si seleziona un provider, tutti i processi del flusso di lavoro disponibili per il provider selezionato vengono visualizzati nel campo Processo flusso di lavoro.
    • Processo flusso di lavoro
      Identifica il processo di flusso di lavoro del relativo provider. Quando si seleziona un processo del flusso di lavoro, vengono visualizzati tutti i parametri di processo disponibili per il provider del flusso di lavoro.
      • Notifica seguita da escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario conferma la ricezione della notifica, l'evento viene contrassegnato come completato. Se invece non la conferma entro l'intervallo specificato, viene eseguita l'escalation della notifica al destinatario di escalation. Se il destinatario di escalation risponde, l'evento viene contrassegnato come completato. In caso contrario, l'evento viene contrassegnato come non riuscito.
      • Notifica senza conferma: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e di contrassegnare l'evento come completato. Non occorre che il destinatario confermi la ricezione della notifica.
      • Notifica senza escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario non conferma la ricezione della notifica entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come non riuscito. Se invece la conferma entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come completato.
      • (Facoltativo) Altri tipi di processo: consentono di utilizzare i processi definiti nel provider del flusso di lavoro.
    • Parametri di notifica
      Per specificare ogni parametro di processo per il provider del flusso di lavoro, effettuare una delle seguenti azioni per ciascun campo:
      Fare riferimento alle descrizioni di campo per informazioni specifiche sul formato e sul contenuto di ciascun campo di parametro.
  4. Fare clic su Salva.
  5. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento è completata.
Aggiornamento di un evento di Cambiamento
CA APM consente di aggiornare le informazioni per un evento di Cambiamento esistente. Ad esempio, è possibile modificare il nome e la descrizione dell'evento oppure disattivare l'evento.
Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Attenersi alla procedura seguente:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare. A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA.
    La configurazione dell'evento è abilitata.
  2. Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente. Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche alla configurazione locale, invece, interessano solo gli utenti con ruoli assegnati alla configurazione selezionata.
  3. Fare clic sull'icona Modifica record accanto all'evento di Cambiamento che si desidera aggiornare.
  4. Immettere le nuove informazioni per l'evento di Cambiamento.
    Dopo aver definito e salvato un evento, non è possibile modificare i campi Tipo di evento, Causa evento, Valore modificato da e Valore modificato in. Se si immettono informazioni errate, eliminare l'evento e definirlo nuovamente usando le informazioni corrette.
  5. Fare clic sull'icona Completa modifica record.
  6. Fare clic su Salva.
  7. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento di Cambiamento è completata.
Eliminazione di un evento di Cambiamento
CA APM consente di eliminare un evento di Cambiamento non necessario. Ad esempio, quando non si desidera ricevere notifiche riguardo la modifica del campo Dipartimento relativo a un contatto, è possibile eliminare l'evento di Cambiamento associato. Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Eventuali notifiche in sospeso dal provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) relative all'evento vengono inviate prima che l'evento venga eliminato. Quando si elimina un evento, tutte le informazioni cronologiche sull'evento vengono eliminate. Si consiglia di rendere l'evento non attivo piuttosto che eliminarlo. In tal modo, se in futuro si avrà bisogno dell'evento, non sarà necessario ridefinirlo.
Attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare. A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA.
    La configurazione dell'evento è abilitata. Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic sull'icona Contrassegna per l'eliminazione accanto all'evento di Cambiamento che si desidera eliminare.
  3. Fare clic su Salva.
  4. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento di Cambiamento è completata.
Eventi di monitoraggio
Utilizzare un
evento di monitoraggio
per monitorare un campo per un oggetto e impostare il provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) per l'invio di notifiche in caso di eventuali ostacoli al completamento di un'attività. Gli eventi di monitoraggio si basano sull'inattività di un particolare campo (campi predefiniti ed estesi) entro l'intervallo specificato e la notifica inviata dal provider del flusso di lavoro fornisce un avviso avanzato circa l'eventuale ostacolo. Se il valore del campo viene modificato entro l'intervallo specificato, il provider del flusso di lavoro non invia notifiche.
CA APM consente di definire uno o più eventi di monitoraggio per un singolo campo.
Esempio: Definizione di un evento di monitoraggio per la configurazione e la distribuzione di nuovi computer portatili
In questo esempio, i tecnici asset devono configurare e distribuire tutti i nuovi computer portatili ai dipendenti entro cinque giorni dalla ricezione dei computer. Per soddisfare questo requisito, definire un evento di monitoraggio che crea un evento quando all'asset viene assegnato lo stato Ricevuto nel campo di stato del ciclo di vita. Se lo stato Ricevuto resta per più di cinque giorni, viene inviata una notifica al tecnico asset.
Definizione di un evento di monitoraggio
CA APM consente di definire un evento di monitoraggio per monitorare un campo e impostare il provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) per l'invio di notifiche in caso di inattività di un determinato campo. Ad esempio, è possibile definire un evento di monitoraggio per il campo Stato del ciclo di vita dell'asset. È possibile definire uno o più eventi di monitoraggio per un singolo campo.
Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare. A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA.
    La configurazione dell'evento è abilitata. Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic su Nuovo.
  3. Specificare le informazioni per l'evento di monitoraggio.
    I campi Valore modificato da e Valore funzionano insieme per avviare il timer per l'evento di monitoraggio. Il timer resta attivo per la durata specificata nel campo Giorni dopo. I campi Valore modificato in e Valore si combinano per indicare il valore da raggiungere per l'interruzione del timer. Se non si ottiene il valore desiderato entro l'intervallo specificato dopo l'avvio del timer, si verifica l'evento di monitoraggio ad indicare che il flusso di lavoro definito non ha avuto luogo.
    Di seguito si riporta la definizione di alcuni campi:
    • Tipo di evento
      Selezionare il tipo Evento di monitoraggio. Una volta selezionato il tipo e salvato l'evento, non è possibile modificare il tipo di evento. Se si seleziona il tipo di evento errato in fase di definizione dell'evento, eliminare l'evento e ridefinirlo con il tipo corretto.
    • Causa evento
      Selezionare il tipo di azione da eseguire per il campo se si verifica un evento di monitoraggio. Tra le cause di evento supportate è inclusa la modifica di un campo.
    • Giorni dopo
      Specificare un numero positivo per indicare il numero di giorni di attesa dopo il numero previsto nel campo Valore modificato da per avviare il timer di monitoraggio.
      Se non si ottiene il valore indicato nel campo Valore modificato in, il timer di monitoraggio scade dopo il numero di giorni previsto. Una volta scaduto il timer di monitoraggio, viene creato l'evento di monitoraggio. Il timer di monitoraggio si interrompe comunque quando il campo Valore modificato in raggiunge il valore specificato, per cui non viene creato alcun evento di monitoraggio.
    • Valore modificato da
      Selezionare il valore di campo iniziale per avviare il timer e creare l'evento di monitoraggio. Le modifiche del valore di campo supportate includono le seguenti opzioni:
      • Qualsiasi valore
        . Il timer per l'evento di monitoraggio viene avviato con qualsiasi valore.
      • Nessuna
        . Il timer per l'evento di monitoraggio viene avviato con un valore di campo vuoto.
      • Valore precedente
        . Il timer per l'evento di monitoraggio viene avviato con un valore iniziale specifico.
    • Valore
      Disponibile quando si seleziona l'opzione
      Valore precedente
      nel campo Valore modificato da. Immettere un valore specifico per avviare il timer dell'evento di monitoraggio.
    • Valore modificato in
      Selezionare lo stato finale del valore di campo per interrompere il timer dell'evento di monitoraggio e impedire così che si verifichi. Le modifiche del valore di campo supportate includono le seguenti opzioni:
      • Qualsiasi valore
        . Il timer per l'evento di monitoraggio viene interrotto con qualsiasi valore di campo per impedire così che si verifichi.
      • Nessuna
        . Il timer dell'evento di monitoraggio viene interrotto con un valore di campo vuoto per impedire così che si verifichi.
      • Nuovo valore
        . Il timer dell'evento di monitoraggio viene interrotto con un valore di campo specifico per impedire così che si verifichi.
    • Valore
      Disponibile quando si seleziona l'opzione
      Nuovo valore
      nel campo Valore modificato in. Immettere un valore specifico per interrompere il timer dell'evento di monitoraggio ed impedire così che si verifichi.
    • Non attivo
      Selezionare questa casella di controllo per indicare che l'evento di monitoraggio non è attivo. Quando si disattiva un evento di monitoraggio, non vengono create nuove notifiche sull'evento. Vengono elaborate soltanto le notifiche in sospeso.
    • Provider di eventi
      Selezionare il provider del flusso di lavoro per l'invio di una notifica agli utenti sull'evento di monitoraggio che si è verificato (ad esempio, CA IT Process Automation Manager). Quando si seleziona un provider, tutti i processi del flusso di lavoro disponibili per il provider selezionato vengono visualizzati nel campo Processo flusso di lavoro.
    • Processo flusso di lavoro
      Identifica il processo di flusso di lavoro del relativo provider. Quando si seleziona un processo del flusso di lavoro, vengono visualizzati tutti i parametri di processo disponibili per il provider del flusso di lavoro.
      • Notifica seguita da escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario conferma la ricezione della notifica, l'evento viene contrassegnato come completato. Se invece non la conferma entro l'intervallo specificato, viene eseguita l'escalation della notifica al destinatario di escalation. Se il destinatario di escalation risponde, l'evento viene contrassegnato come completato. In caso contrario, l'evento viene contrassegnato come non riuscito.
      • Notifica senza conferma: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e di contrassegnare l'evento come completato. Non occorre che il destinatario confermi la ricezione della notifica.
      • Notifica senza escalation: consente di inviare una notifica al destinatario iniziale e un promemoria di posta elettronica. Se il destinatario non conferma la ricezione della notifica entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come non riuscito. Se invece la conferma entro l'intervallo specificato, l'evento viene contrassegnato come completato.
      • (Facoltativo) Altri tipi di processo: consentono di utilizzare i processi definiti nel provider del flusso di lavoro.
    • Parametri di notifica
      Per specificare ogni parametro di processo per il provider del flusso di lavoro, effettuare una delle seguenti azioni per ciascun campo:
      Fare riferimento alle descrizioni di campo per informazioni specifiche sul formato e sul contenuto di ciascun campo di parametro.
  4. Fare clic su Salva.
  5. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento di monitoraggio è completata.
Aggiornamento di un evento di monitoraggio
CA APM consente di aggiornare le informazioni per un evento di monitoraggio esistente. Ad esempio, è possibile modificare il nome e la descrizione dell'evento oppure disattivare l'evento.
Nota:
Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Attenersi alla seguente procedura:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare. A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA.
    La configurazione dell'evento è abilitata. Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic sull'icona Modifica record accanto all'evento di monitoraggio che si desidera aggiornare.
  3. Immettere le nuove informazioni per l'evento di monitoraggio.
    Dopo aver definito e salvato un evento, non è possibile modificare i campi Tipo di evento, Causa evento, Valore modificato da e Valore modificato in. Se si immettono informazioni errate, eliminare l'evento e definirlo nuovamente usando le informazioni corrette.
  4. Fare clic sull'icona Completa modifica record.
  5. Fare clic su Salva.
  6. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento di monitoraggio è completata.
Eliminazione di un evento di monitoraggio
CA APM consente di eliminare un evento di monitoraggio non necessario. Ad esempio, quando non si desidera ricevere notifiche riguardo la modifica del campo Stato del ciclo di vita relativo a un asset, è possibile eliminare l'evento di monitoraggio associato. Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Eventuali notifiche in sospeso dal provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) relative all'evento vengono inviate prima che l'evento venga eliminato. Quando si elimina un evento, tutte le informazioni cronologiche sull'evento vengono eliminate. Si consiglia di rendere l'evento non attivo piuttosto che eliminarlo. In tal modo, se in futuro si avrà bisogno dell'evento, non sarà necessario ridefinirlo.
Attenersi alla procedura seguente:
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare. A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA.
    La configurazione dell'evento è abilitata. Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic sull'icona Contrassegna per l'eliminazione accanto all'evento di monitoraggio che si desidera eliminare.
  3. Fare clic su Salva.
  4. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento di monitoraggio è completata.
Parametri di processo del provider del flusso di lavoro
È possibile eseguire alcune attività di installazione e configurazione del processo di notifica di posta elettronica nel provider del flusso di lavoro. I parametri di processo per il provider del flusso di lavoro vengono specificati anche in fase di definizione dell'evento in CA APM. I parametri di processo comprendono ID utente, indirizzi di posta elettronica, oggetto di posta elettronica, contenuto del messaggio di posta elettronica e altri elementi. Il provider del flusso di lavoro utilizza queste informazioni per generare, emettere e gestire le notifiche di posta elettronica.
Per informazioni sui parametri di processo del provider del flusso di lavoro che è necessario specificare in CA Process Automation, consultare Integrazione manuale con l'integrazione di CA Process Automation per un processo di notifica
.
Per informazioni sull'impostazione di un processo di notifica, consultare la documentazione del provider del flusso di lavoro.
È possibile fornire i valori effettivi (hardcoded) quando si specificano i parametri di processo. Se si utilizza un valore effettivo per l'indirizzo di posta elettronica o per un altro parametro, è necessario verificarne la validità.
È possibile mappare i parametri di processo sugli attributi di oggetto CA APM. Se si mappa un parametro di processo su un attributo di oggetto CA APM, il provider del flusso di lavoro accede a CA APM per individuare il valore corrente dell'attributo mappato e lo utilizza per creare e gestire la notifica. Ad esempio, in fase di definizione dell'evento, il parametro di processo Indirizzi di posta elettronica iniziali viene mappato sull'attributo di CA APM Indirizzo di posta elettronica del contatto. Quando si verifica l'evento, il provider del flusso di lavoro determina il valore corrente per l'indirizzo di posta elettronica del contatto di CA APM e lo utilizza per l'ID di posta elettronica.
Ai fini del corretto mapping dei parametri di processo di CA Process Automation sugli oggetti di CA APM, è necessario conoscere gli oggetti di dati in CA APM e i parametri di CA Process Automation. È necessario determinare quale oggetto di CA APM corrisponde in modo appropriato a ciascun parametro di CA Process Automation.
Parametri di processo per la notifica seguita da escalation
I parametri di processo visualizzati in fase di definizione dell'evento dipendono dal tipo di processo selezionato per il provider del flusso di lavoro. Il processo di notifica seguita da escalation avviene per posta elettronica ed è incluso nel prodotto. Questo processo consente di inviare una notifica di posta elettronica al destinatario iniziale quando si verifica l'evento e, se il destinatario iniziale non risponde, di trasmettere il messaggio di posta elettronica ai destinatari del primo livello di escalation. Quando si seleziona questo processo per il flusso di lavoro dell'evento, viene visualizzato un elenco di parametri.
CA APM e CA Process Automation non convalidano le informazioni immesse per i parametri. È necessario verificare che il loro inserimento sia valido e di avere immesso i dati nel formato corretto.
Di seguito si riporta la definizione di alcuni campi:
  • Initial User IDs (ID utente iniziale)
    ID utente di CA Process Automation (utente di CA APM o meno) per confermare la ricezione della notifica iniziale. È possibile specificare più ID utente, separati da due punti. Non inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un ID utente (John), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.owner.userid}. I due elementi sono separati da due punti. Il campo mappato {legaldoc.owner.userid} rappresenta l'ID dell'utente nel campo Proprietario del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.owner.userid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Proprietario nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'ID utente dall'elenco degli attributi.
    John:{legaldoc.owner.userid}
  • Gruppi iniziali
    Nome del gruppo di CA Process Automation per confermare la ricezione della notifica iniziale. È possibile specificare più nomi di gruppo, separati da due punti. Non inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizza un nome di gruppo di CA Process Automation (ITAM) che è un valore di testo.
    ITAM
  • Indirizzi di posta elettronica iniziali
    Indirizzo di posta elettronica o lista di distribuzione del destinatario iniziale del messaggio di posta elettronica. È possibile specificare più indirizzi, separati da punto e virgola. È possibile inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un indirizzo di posta elettronica ([email protected]), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.owner.emailid}. I due elementi sono separati da un punto e virgola. Il campo mappato {legaldoc.owner.emailid} rappresenta l'indirizzo di posta elettronica dell'utente nel campo Proprietario del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.owner.emailid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Proprietario nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'indirizzo di posta elettronica dall'elenco degli attributi.
    [email protected];{legaldoc.owner.emailid}
  • Indirizzi di posta elettronica iniziale in copia
    Indirizzo di posta elettronica o lista di distribuzione del destinatario iniziale in copia del messaggio di posta elettronica. È possibile specificare più indirizzi, separati da punto e virgola. È possibile inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un indirizzo di posta elettronica ([email protected]), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid}. I due elementi sono separati da un punto e virgola. Il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid} rappresenta l'indirizzo di posta elettronica dell'utente nel campo Richiedente del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Richiedente nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'indirizzo di posta elettronica dall'elenco degli attributi.
    [email protected];{legaldoc.requestor.emailid}
  • Oggetto del messaggio di posta elettronica iniziale
    Oggetto del messaggio di posta elettronica per il destinatario iniziale. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (Acknowledgement required for) e il campo mappato {legaldoc.documentidentifier}.
    Acknowledgment required for {legaldoc.documentidentifier}
  • Messaggio di posta elettronica iniziale
    Messaggio di posta elettronica per il destinatario iniziale. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (The Legal Document Document Identifier), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    The Legal Document Document Identifier {legaldoc.documentidentifier} requires your acknowledgment using the link in the Subject of this email.
  • Titolo della conferma
    Titolo visualizzato per l'attività di conferma con cui l'utente accede in CA Process Automation per confermare la ricezione della notifica. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizza solo il contenuto di testo (The Legal Document Document Identifier).
    The Legal Document Document Identifier
  • Descrizione della conferma
    Descrizione visualizzata per l'attività di conferma con cui l'utente accede in CA Process Automation per confermare la ricezione della notifica. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (The Legal Document Document Identifier) e il campo mappato {legaldoc.documentidentifier}.
    The Legal Document Document Identifier {legaldoc.documentidentifier}
  • ID utente di escalation
    ID utente di CA Process Automation (utente di CA APM o meno) per confermare la ricezione della notifica di escalation. È possibile specificare più ID utente, separati da due punti. Non inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un ID utente (Mary), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.owner.supervisor.userid}. I due elementi sono separati da due punti. Il campo mappato {legaldoc.owner.supervisor.userid} rappresenta l'ID del supervisore dell'utente specificato nel campo Proprietario del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.owner.supervisor,userid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Proprietario nella finestra di dialogo Aggiungi campi, selezionare il collegamento Supervisore, infine selezionare l'ID utente dall'elenco degli attributi.
    Mary:{legaldoc.owner.supervisor.userid}
  • Gruppi di escalation
    Nome del gruppo di CA Process Automation per confermare la ricezione della notifica di escalation. È possibile specificare più nomi di gruppo, separati da due punti. Non inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizza un nome di gruppo di CA Process Automation (ITAM) che è un valore di testo.
    ITAM
  • Indirizzi di posta elettronica di escalation
    Indirizzo di posta elettronica o lista di distribuzione del destinatario del messaggio di posta elettronica di escalation. È possibile specificare più indirizzi, separati da punto e virgola. È possibile inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un indirizzo di posta elettronica ([email protected]), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.owner.supervisor.emailid}. I due elementi sono separati da un punto e virgola. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.owner.supervisor.emailid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Proprietario nella finestra di dialogo Aggiungi campi, selezionare il collegamento Supervisore, infine selezionare l'indirizzo di posta elettronica dall'elenco degli attributi.
    [email protected];{legaldoc.owner.supervisor.emailid}
  • Indirizzi di posta elettronica in copia di escalation
    Indirizzo di posta elettronica o lista di distribuzione dei destinatari in copia del messaggio di posta elettronica di escalation. È possibile specificare più indirizzi, separati da punto e virgola. È possibile inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un indirizzo di posta elettronica ([email protected]), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid}. I due elementi sono separati da un punto e virgola. Il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid} rappresenta l'indirizzo di posta elettronica dell'utente nel campo Richiedente del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Richiedente nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'indirizzo di posta elettronica dall'elenco degli attributi.
    [email protected];{legaldoc.requestor.emailid}
  • Oggetto del messaggio di posta elettronica di escalation
    Oggetto del messaggio di posta elettronica di escalation. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (Escalation for), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    Escalation for {legaldoc.documentidentifier}. Acknowledgment required
  • Messaggio di posta elettronica di escalation
    Messaggio di posta elettronica di escalation. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (The Legal Document Document Identifier), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    The Legal Document Document Identifier {legaldoc.documentidentifier} requires your acknowledgment using the link in the Subject of this email.
  • Oggetto del messaggio di posta elettronica di promemoria
    Oggetto del messaggio di posta elettronica di promemoria per i destinatari iniziali e di escalation. Viene inviato un promemoria una volta trascorsa metà del periodo di timeout per confermare la ricezione della notifica. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (Reminder for), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    Reminder for {legaldoc.documentidentifier}. Acknowledgment required.
  • Messaggio di posta elettronica di promemoria
    Messaggio di posta elettronica di promemoria per i destinatari iniziali e di escalation. Viene inviato un promemoria una volta trascorsa metà del periodo di timeout per confermare la ricezione della notifica. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (Reminder: The Legal Document Document Identifier), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    Reminder: The Legal Document Document Identifier {legaldoc.documentidentifier} requires your acknowledgment using the link in the Subject of this email.
  • Timeout di conferma (giorni:ore:minuti)
    Periodo di tempo concesso per confermare la ricezione della notifica di posta elettronica dopo l'invio e prima che inizi il processo di escalation. Il timeout si applica alle notifiche iniziali e di escalation. È possibile esprimere i giorni, le ore e i minuti con qualsiasi valore numerico. Il formato deve essere
    giorni
    :
    ore
    :minuti
    , con i valori separati da due punti.
    Esempio:
    In questo esempio si specifica un periodo di timeout di quattro giorni esatti.
    4:00:00
Parametri di processo per la notifica senza conferma
I parametri di processo visualizzati in fase di definizione dell'evento dipendono dal tipo di processo selezionato per il provider del flusso di lavoro. Il processo di notifica senza conferma avviene per posta elettronica ed è incluso nel prodotto. Questo processo consente di inviare una notifica di posta elettronica al destinatario specificato quando si verifica l'evento. Non occorre che il destinatario confermi la ricezione della notifica e non viene eseguita l'escalation della notifica. Quando si seleziona questo processo per il flusso di lavoro dell'evento, viene visualizzato un elenco di parametri.
CA APM e CA Process Automation non convalidano le informazioni immesse per i parametri. È necessario verificare che il loro inserimento sia valido e di avere immesso i dati nel formato corretto.
Di seguito si riporta la definizione di alcuni campi:
  • Indirizzo di posta elettronica
    Indirizzo di posta elettronica o lista di distribuzione del destinatario del messaggio di posta elettronica. È possibile specificare più indirizzi, separati da punto e virgola. È possibile inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un indirizzo di posta elettronica ([email protected]), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.owner.emailid}. I due elementi sono separati da un punto e virgola. Il campo mappato {legaldoc.owner.emailid} rappresenta l'indirizzo di posta elettronica dell'utente nel campo Proprietario del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.owner.emailid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Proprietario nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'indirizzo di posta elettronica dall'elenco degli attributi.
    [email protected];{legaldoc.owner.emailid}
  • Indirizzo di posta elettronica in copia
    Indirizzo di posta elettronica o lista di distribuzione del destinatario in copia del messaggio di posta elettronica. È possibile specificare più indirizzi, separati da punto e virgola. È possibile inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un indirizzo di posta elettronica ([email protected]), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid}. I due elementi sono separati da un punto e virgola. Il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid} rappresenta l'indirizzo di posta elettronica dell'utente nel campo Richiedente del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Richiedente nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'indirizzo di posta elettronica dall'elenco degli attributi.
    [email protected];{legaldoc.requestor.emailid}
  • Oggetto messaggio di posta elettronica
    Oggetto del messaggio di posta elettronica per il destinatario. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (Acknowledgement required for) e il campo mappato {legaldoc.documentidentifier}.
    Acknowledgment required for {legaldoc.documentidentifier}
  • Messaggio di posta elettronica
    Messaggio di posta elettronica per il destinatario. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (The Legal Document Document Identifier), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    The Legal Document Document Identifier {legaldoc.documentidentifier} requires your acknowledgment using the link in the Subject of this email.
Parametri di processo per la notifica senza escalation
I parametri di processo visualizzati in fase di definizione dell'evento dipendono dal tipo di processo selezionato per il provider del flusso di lavoro. Il processo di notifica senza escalation avviene per posta elettronica ed è incluso nel prodotto. Questo processo consente di inviare una notifica di posta elettronica al destinatario specificato quando si verifica l'evento. Se il destinatario non risponde entro il periodo specificato, non viene eseguita l'escalation della notifica. L'evento viene contrassegnato come non riuscito. Quando si seleziona questo processo per il flusso di lavoro dell'evento, viene visualizzato un elenco di parametri.
CA APM e CA Process Automation non convalidano le informazioni immesse per i parametri. È necessario verificare che il loro inserimento sia valido e di avere immesso i dati nel formato corretto.
Di seguito si riporta la definizione di alcuni campi:
  • ID utente
    ID utente di CA Process Automation (utente di CA APM o meno) per confermare la ricezione della notifica. È possibile specificare più ID utente, separati da due punti. Non inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un ID utente (John), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.owner.userid}. I due elementi sono separati da due punti. Il campo mappato {legaldoc.owner.userid} rappresenta l'ID dell'utente nel campo Proprietario del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.owner.userid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Proprietario nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'ID utente dall'elenco degli attributi.
    John:{legaldoc.owner.userid}
  • Gruppi
    Nome del gruppo di CA Process Automation per confermare la ricezione della notifica. È possibile specificare più nomi di gruppo, separati da due punti. Non inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizza un nome di gruppo di CA Process Automation (ITAM) che è un valore di testo.
    ITAM
  • Indirizzi di posta elettronica
    Indirizzo di posta elettronica o lista di distribuzione del destinatario del messaggio di posta elettronica. È possibile specificare più indirizzi, separati da punto e virgola. È possibile inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un indirizzo di posta elettronica ([email protected]), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.owner.emailid}. I due elementi sono separati da un punto e virgola. Il campo mappato {legaldoc.owner.emailid} rappresenta l'indirizzo di posta elettronica dell'utente nel campo Proprietario del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.owner.emailid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Proprietario nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'indirizzo di posta elettronica dall'elenco degli attributi.
    [email protected];{legaldoc.owner.emailid}
  • Indirizzi di posta elettronica in copia
    Indirizzo di posta elettronica o lista di distribuzione del destinatario in copia del messaggio di posta elettronica. È possibile specificare più indirizzi, separati da punto e virgola. È possibile inserire spazi tra le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano un indirizzo di posta elettronica ([email protected]), che è un valore di testo, e il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid}. I due elementi sono separati da un punto e virgola. Il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid} rappresenta l'indirizzo di posta elettronica dell'utente nel campo Richiedente del documento legale. Per ottenere il campo mappato {legaldoc.requestor.emailid}, fare clic sul pulsante Campi mappa, selezionare il collegamento Richiedente nella finestra di dialogo Aggiungi campi, quindi selezionare l'indirizzo di posta elettronica dall'elenco degli attributi.
    [email protected];{legaldoc.requestor.emailid}
  • Oggetto messaggio di posta elettronica
    Oggetto del messaggio di posta elettronica per il destinatario. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (Acknowledgement required for) e il campo mappato {legaldoc.documentidentifier}.
    Acknowledgment required for {legaldoc.documentidentifier}
  • Messaggio di posta elettronica
    Messaggio di posta elettronica per il destinatario. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (The Legal Document Document Identifier), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    The Legal Document Document Identifier {legaldoc.documentidentifier} requires your acknowledgment using the link in the Subject of this email.
  • Titolo della conferma
    Titolo visualizzato per l'attività di conferma con cui l'utente accede in CA Process Automation per confermare la ricezione della notifica. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizza solo il contenuto di testo (The Legal Document Document Identifier).
    The Legal Document Document Identifier
  • Descrizione della conferma
    Descrizione visualizzata per l'attività di conferma con cui l'utente accede in CA Process Automation per confermare la ricezione della notifica. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (The Legal Document Document Identifier) e il campo mappato {legaldoc.documentidentifier}.
    The Legal Document Document Identifier {legaldoc.documentidentifier}
  • Timeout di conferma (giorni:ore:minuti)
    Periodo di tempo concesso per conferma la ricezione della notifica di posta elettronica dopo l'invio. È possibile esprimere i giorni, le ore e i minuti con qualsiasi valore numerico. Il formato deve essere
    giorni
    :
    ore
    :minuti
    , con i valori separati da due punti.
    Esempio:
    In questo esempio si specifica un periodo di timeout di quattro giorni esatti.
    4:00:00
  • Oggetto del messaggio di posta elettronica di promemoria
    Oggetto del messaggio di posta elettronica di promemoria. Viene inviato un promemoria una volta trascorsa metà del periodo di timeout per confermare la ricezione della notifica. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (Reminder for), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    Reminder for {legaldoc.documentidentifier}. Acknowledgment required.
  • Messaggio di posta elettronica di promemoria
    Messaggio di posta elettronica di promemoria. Viene inviato un promemoria una volta trascorsa metà del periodo di timeout per confermare la ricezione della notifica. Inserire il testo o combinare la voce di testo con i campi mappati. Non è necessario immettere due punti o punti e virgola per separare le voci.
    Esempio:
    In questo esempio si utilizzano il contenuto di testo (Reminder: The Legal Document Document Identifier), il campo mappato {legaldoc.documentidentifier} e altro contenuto di testo.
    Reminder: The Legal Document Document Identifier {legaldoc.documentidentifier} requires your acknowledgment using the link in the Subject of this email.
Disattivazione di un evento
CA APM consente di disattivare un evento in modo che il provider del flusso di lavoro (ad esempio, CA Process Automation) non invii notifiche in futuro per l'evento. Viene conservata la cronologia per date ed eventi importanti.
Questa attività si può completare se l'amministratore ha concesso le autorizzazioni adeguate.
Per disattivare un evento
  1. Fare clic sulla scheda e sulla sottoscheda facoltativa per la definizione evento che si desidera configurare. A sinistra, fare clic su CONFIGURAZIONE: ATTIVA.
    La configurazione dell'evento è abilitata. Nell'area Informazioni sulla configurazione della pagina, selezionare una configurazione globale o locale esistente.
    Le modifiche apportate alla configurazione globale interessano tutti gli utenti, indipendentemente dal ruolo. Le modifiche apportate alla configurazione interessano solo gli utenti il cui ruolo è assegnato alla configurazione selezionata.
    Fare clic sull'icona Configurazione eventi accanto al campo.
    Viene visualizzata la pagina Eventi per il campo selezionato.
  2. Fare clic sull'icona Modifica record accanto all'evento che si desidera disattivare.
  3. Selezionare la casella di controllo Non attivo.
  4. Fare clic sull'icona Completa modifica record.
  5. Fare clic su Salva.
  6. Fare clic su CONFIGURE: OFF (CONFIGURAZIONE: DISABILITATA).
    La configurazione dell'evento è completata.