Componenti comuni

ccppmop1591
Questa sezione fornisce i dettagli di tutti i componenti comuni utilizzati nella
Clarity
.
2
Gestione dei dati nel layout Griglia
Uno dei componenti comuni di
Clarity
è la nuova griglia dinamica. La griglia è disponibile in tutte le pagine dell'applicazione, ad esempio per la gestione di progetti, attività, mappe, idee e schede attività.
Il video seguente descrive tutte le attività importanti che è possibile eseguire nelle griglie di
Clarity
:

Griglie comuni
Le griglie sono uniformi in quasi tutti gli aspetti, tuttavia le funzionalità specifiche variano in base a: griglia, pagina, diritti di accesso dell'utente e comportamento del singolo utente nei browser del client.
Oltre alla disposizione già nota di righe, colonne e celle simile a un foglio di calcolo, le nuove griglie offrono le seguenti funzionalità:
Opzioni di visualizzazione
Nel layout Griglia, l'icona Opzioni di visualizzazione consente di apportare le seguenti configurazioni:
  • Impostazione della visualizzazione decimale per i valori numerici e in denaro (i formati non si applicano agli attributi di numeri interi personalizzati definiti dall'utente in Studio)
  • Gestione degli elenchi a discesa (insiemi di valori specifici dell'istanza)
  • Selezione dei periodi fiscali da visualizzare (Settimane, Mesi, Trimestri e Anni). In
    Clarity
    è possibile visualizzare tutti i periodi definiti dall'amministratore nel calendario fiscale. Poiché molti amministratori non definiscono le settimane fiscali, spesso queste informazioni non sono disponibili in
    Clarity
    .
Modifica dei dati nelle griglie
  • Fare clic con il pulsante destro del mouse su una griglia per utilizzare il menu di scelta rapida per aggiungere o eliminare righe.
  • Aggiungere elementi di riga.
  • Copiare e incollare i valori delle celle.
  • Osservare gli elementi visivi distintivi per celle e righe. Ad esempio, le nuove righe e celle vengono visualizzate in un colore diverso rispetto a celle e righe salvate.
  • I campi obbligatori mancanti senza valori predefiniti vengono aggiunti automaticamente quando si aggiunge una riga. Se non sono presenti valori nei campi obbligatori, vengono visualizzati messaggi o sfondi colorati per fornire indicazioni.
  • Bloccare, ridimensionare, riordinare e reimpostare le colonne per personalizzare ogni griglia.
  • Le griglie supportano un numero massimo predefinito di righe per pagina. Ad esempio, la griglia della mappa mostra 100 righe per pagina, la pagina Assegnazione risorse - Investimenti mostra 200 risorse e la pagina Personale progetto pagina mostra 500 righe per pagina. Utilizzare i comandi Primo, Precedente, Successivo e Ultimo per spostarsi tra più pagine.
  • Selezionare le date da un calendario a scorrimento con controlli per giorno, mese e anno.
  • Ordinare una colonna in ordine crescente e modificare l'ordinamento con un solo clic in ordine decrescente.
    I campi con valori di ricerca multivalore non supportano l'ordinamento.
  • Selezionare Maiusc+clic per ordinare un massimo di quattro colonne. Per rimuovere l'ordinamento da una delle colonne, tenere premuto il tasto Maiusc e fare clic due volte sull'intestazione della colonna.
  • Aprire una conversazione facendo clic sull'icona dei commenti relativa a un elemento della riga nella colonna Conversazione. L'icona è bianca o vuota quando non è presente alcuna conversazione e diventa blu quando viene visualizzato almeno un commento in una nuova conversazione.
  • Per visualizzare o nascondere le colonne nella griglia, fare clic su Pannello colonna ed effettuare le selezioni. È inoltre possibile trascinare una cella di intestazione di colonna verso l'alto e fuori dalla griglia per nasconderla.
  • Posizionare il mouse sopra un'intestazione di colonna per visualizzare il menu
    relativo alle opzioni di intestazione della colonna contenente le opzioni di blocco, ridimensionamento automatico e reimpostazione delle colonne.
newux_common_grid_01
newux_common_grid_01
Quando si crea un mapping di visualizzazione per un attributo sull'oggetto astratto Investimento, tale mapping verrà utilizzato quando l'attributo viene visualizzato nella griglia comune di
Clarity
. Se è stato creato un mapping di visualizzazione diverso per lo stesso attributo su un oggetto concreto, ad esempio un progetto,
Clarity
continuerà ad utilizzare il mapping specificato dall'utente sull'oggetto astratto Investimento. Tuttavia, se si crea un attributo per l'oggetto concreto,
Clarity
utilizzerà il mapping di visualizzazione associato a tale attributo.
Compressione delle righe correlate nella modalità Criterio di raggruppamento
La barra Criterio di raggruppamento viene visualizzata quando le griglie comuni vengono utilizzate in
Clarity
. La funzionalità Criterio di raggruppamento consente di eseguire le attività indicate di seguito:
  1. Trascinare un'intestazione di colonna e visualizzare i dati nella griglia come righe di gruppi logici.
  2. Espandere contemporaneamente più gruppi per visualizzare i dati associati.
  3. Modificare i dati direttamente nella griglia mentre è attiva la modalità Criterio di raggruppamento.
  4. Selezionare una riga e aprire il riquadro Dettagli per modificarne le informazioni. Le informazioni aggiornate nel riquadro Dettagli verranno aggiornate automaticamente nella griglia.
Se si modificano i valori delle colonne di aggregazione nei record figlio di Raggruppa per, i totali parziali di aggregazione non vengono calcolati automaticamente. Fare clic sul pulsante Aggiorna per aggiornare i totali parziali.
Group By.jpg
Esempio
: Sid, un manager di portfolio, desidera raggruppare le idee in base alla priorità e aggiornare rapidamente il benefit pianificato associato ad alcune idee. Intende quindi esaminare l'impatto di tali modifiche sul benefit pianificato totale per idee con priorità alta, media e bassa. Esaminiamo in che modo Sid utilizza la funzionalità Criterio di raggruppamento durante l'analisi delle idee.
Procedere come descritto di seguito
:
  1. Aprire
    Clarity
    e accedere alla griglia Idee.
  2. Trascinare la colonna
    Priorità idea
    nella barra Criterio di raggruppamento per raggruppare le idee in base alla priorità.
  3. Espandere i gruppi
    Alta
    ,
    Bassa
    e
    Media
    e individuare le idee pertinenti.
  4. Modificare le colonne
    Benefit pianificato
    direttamente nella griglia o tramite il riquadro Dettagli. Viene visualizzata una notifica che informa che i totali parziali sono stati modificati.
  5. Fare clic sul pulsante
    Aggiorna
    per aggiornare i totali parziali ed esaminare l'impatto delle modifiche.
Le righe mantengono lo stesso ordine utilizzato prima di applicare la modalità Criterio di raggruppamento. I gruppi vengono visualizzati in ordine crescente. Non è possibile modificare l'ordine o scegliere le colonne da mostrare o nascondere.
Raggruppamento dei dati della griglia in base a un campo selezionato
Group grid data by a selected field
Se non è possibile calcolare il totale matematico, i totali parziali aggregati per ciascun gruppo non sono supportati. Per gli attributi Booleano, Data, Percentuale, Calcolato, Formula, Aggregazione, TSV e Ricerca non è possibile mostrare il totale parziale aggregato.
Funzionalità di creazione dei grafici di
Clarity
(beta)
Le griglie comuni di
Clarity
offrono una nuova funzionalità predefinita di creazione dei grafici in
Clarity
. La funzionalità di creazione dei grafici è molto simile alle funzionalità disponibili nelle applicazioni di fogli di calcolo, ad esempio Microsoft Excel o Google Sheet, ma è integrata direttamente in
Clarity
. Ad esempio Sid, il manager di portfolio, desidera revisionare le idee inviate dalla propria organizzazione e confrontare rapidamente il costo pianificato con i benefit pianificati e il ROI pianificato. Sid deve accedere alla pagina Idee, selezionare le idee rilevanti e utilizzare l'opzione Intervallo grafico (beta). Sid può quindi modificare il grafico ed esportarlo per condividerlo con altri utenti.
Il seguente video mostra come convertire in grafici le informazioni importanti contenute nella griglia, in modo semplice e rapido:

Grafici della griglia
I seguenti punti chiave sono fondamentali durante l'utilizzo dei grafici della griglia comune di
Clarity
:
  • Sono supportati i seguenti tipi di dati: stringa, numero, percentuale, denaro e TSV. Se si selezionano celle che includono altri tipi di dati,
    Clarity
    li ignora durante la creazione del grafico.
  • La capacità di aggregare e raggruppare nel grafico solo valori di celle distinti non è disponibile in questa versione beta.
  • Ogni grafico è costituito da categorie e serie. Tutti i dati di tipo stringa inclusi nella selezione sono considerati categorie mentre i dati di tipo numerico, percentuale, monetario e TSV sono considerati serie.
  • Quando si crea un grafico, la categoria viene evidenziata in verde, mentre le colonne incluse come serie vengono evidenziate in blu. Le colonne non incluse nel grafico non vengono evidenziate.
  • Se la griglia comune include più pagine, è possibile selezionare solo le celle presenti nella pagina corrente. La griglia mostra 100 righe per pagina.
Creazione di un grafico
È possibile creare un grafico da qualsiasi griglia comune di
Clarity
.
Procedere come descritto di seguito:
  1. Accedere a una delle griglie comuni di
    Clarity
    . In questo esempio, Sid accede alla griglia Idee.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare tutte le celle che si desidera includere nel grafico.
  3. Dopo aver completato la selezione, fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare
    Intervallo grafico (beta)
    , quindi selezionare il tipo di grafico che si desidera creare. È possibile creare grafici a colonne, a barre, a torta, a linee, X-Y (a dispersione) e ad area. Il grafico viene visualizzato.
È possibile spostare il grafico sulla diapositiva e utilizzare il selettore di intervallo del grafico per modificare il criterio di selezione e aggiornare il grafico in modo dinamico.
Dopo aver creato un grafico, è possibile eseguire le seguenti azioni:
  • Ingrandire il grafico per visualizzarlo più chiaramente.
  • Modificare i dettagli del grafico utilizzando il pulsante Dettagli.
  • Visualizzare o nascondere il criterio di selezione utilizzando l'icona di collegamento ipertestuale. Se il criterio di selezione è visibile, è possibile modificarlo per aggiornare il grafico in modo dinamico. Se il criterio di selezione è nascosto, non è possibile modificare il criterio di selezione iniziale utilizzato per creare il grafico.
  • Esportare il grafico come file di immagine.
I seguenti punti chiave sono fondamentali durante la creazione dei grafici:
  • Clarity
    seleziona il tipo di dati della prima stringa a sinistra come categoria predefinita. Tutti gli altri tipi di dati di stringa inclusi nel criterio di selezione restano disponibili nel caso in cui si desideri modificare il grafico.
  • Se lo si desidera è possibile aggiungere una categoria dopo la visualizzazione del grafico. in quanto le impostazioni del grafico possono essere modificate solo una volta visualizzato.
Modifica dei dettagli del grafico
Dopo aver creato un grafico, è possibile modificarlo eseguendo le operazioni riportate di seguito.
Procedere come descritto di seguito:
  1. Utilizzare la scheda
    Impostazioni
    per modificare il tipo di grafico.
  2. Utilizzare la scheda
    Dati
    per modificare le categorie e le serie associate al grafico.
  3. Utilizzare la scheda
    Formato
    per modificare l'aspetto del grafico. Di seguito si riportano alcune delle azioni chiave disponibili:
    1. Modifica del titolo e della spaziatura del grafico
    2. Modifica delle legende associate al grafico. È possibile modificare la posizione, la spaziatura, il carattere e le dimensioni del carattere utilizzati nella legenda.
    3. Modifica dell'asse e della griglia del grafico. È inoltre possibile utilizzare le opzioni Rotazione X e Rotazione Y per assicurarsi che il contenuto del grafico sia leggibile. Questa funzionalità è utile quando la categoria corrisponde a un attributo, ad esempio l'oggetto di un'idea, che include frasi.
    4. Modifica delle serie per abilitare le descrizioni di comando, le etichette, l'ombreggiatura. Il grafico viene aggiornato in modo dinamico con le modifiche apportate.
    5. Fare clic sul grafico per uscire dalla modalità di modifica.
Esportazione di un grafico
Dopo aver completato la modifica del grafico, fare clic sull'icona
Esporta
per salvare il grafico in formato PNG.
Selezione delle istanze di oggetto preferite (solo versione On-Premise)
Fav.png
È ora possibile contrassegnare con una stella diverse istanze di oggetti per impostarle come preferite. In tal modo è possibile contrassegnare e individuare facilmente le istanze che richiedono il monitoraggio o azioni particolari. È possibile contrassegnare un'istanza come preferita utilizzando l'attributo Contrassegnato con stella disponibile nel Pannello colonna associato alle griglie di
Clarity
. È possibile contrassegnare le seguenti istanze di oggetto come preferite:
  • Progetto
  • Idee
  • Tipo di investimento personalizzato
  • Mappa
  • Gerarchie
  • Oggetto personalizzato
Procedere come descritto di seguito:
  1. Accedere alla pagina desiderata in
    Clarity
    e accedere al layout Griglia.
  2. Selezionare il Pannello colonna e aggiungere l'attributo Contrassegnato con stella alla griglia.
  3. Fare clic sulla riga desiderata per contrassegnare l'istanza come preferita.
  • In questa release di
    Clarity
    è possibile contrassegnare istanze di oggetto come preferite solo per gli oggetti di livello superiore. Questa funzionalità non è disponibile per gli oggetti secondari, ad esempio le attività.
Eliminazione con selezione multipla nelle griglie comuni di
Clarity
È possibile utilizzare la funzionalità di eliminazione in blocco della griglia comune per eliminare più record. Ad esempio, è stato creato un progetto da un modello e si desidera eliminare alcune attività specifiche. In questo caso, è possibile selezionare più attività e utilizzare il pulsante Elimina per eliminare tutte le attività. Se si seleziona più di un record,
Clarity
chiederà di confermare l'azione prima di eliminare i record.
Total
  • Questa funzionalità non è disponibile a livello di istanza. Pertanto, non è possibile eliminare in blocco più progetti, idee, investimenti personalizzati o oggetti personalizzati. Tuttavia, quando si accede a un modulo dall'interno di un investimento, ad esempio il modulo Personale o Attività, è possibile selezionare più record ed eliminarli.
  • La business logic di
    Clarity
    prevale sulle richieste di eliminazione, laddove applicabile. Ad esempio,
    Clarity
    non esegue l'eliminazione di un'attività a cui sono associati valori effettivi.
  • Non è possibile utilizzare le opzioni di eliminazione in blocco nelle griglie seguenti:
    • Piani di costi (solo eliminazione singola)
    • Dettagli piano di costi (solo eliminazione singola)
    • Budget (non consentita)
    • Dettagli piano di budget (non consentita)
    • Griglia Report di stato (oggetto secondario del progetto)
    • Griglia Attività per più progetti
    • Area di lavoro Personale
    • Elementi della mappa
Esportazione dei dati della griglia in un file .csv
È possibile esportare i dati di griglia comuni in un file CSV. Tra le griglie che supportano la funzionalità Esporta in CSV vi sono progetti, investimenti personalizzati, oggetti secondari personalizzati per progetti, assegnazioni, personale e idee.
  • L'interfaccia utente di
    Classic PPM
    supporta l'esportazione di un numero massimo di 25.000 righe in un file CSV. In questa release,
    Clarity
    supporta l'esportazione di massimo 250.000 righe in un file CSV.
  • Se si esportano collegamenti ipertestuali con più di 255 caratteri,
    Clarity
    tronca il collegamento e viene visualizzata solo l'etichetta. Se la lunghezza del collegamento è inferiore a 255 caratteri, vengono visualizzati sia il collegamento ipertestuale che l'etichetta.
Quando la griglia è in modalità di raggruppamento, l'esportazione in un file .csv non è possibile.
Procedere come descritto di seguito:
  1. Accedere a una griglia in grado di supportare la funzionalità Esporta in CSV.
  2. Filtrare i dati, aggiungere o rimuovere colonne, ordinare e modificare la visualizzazione. Uscire dalla modalità Criterio di raggruppamento.
  3. Fare clic sull'icona
    Esporta in CSV
    :
    • Se la visualizzazione include non più di 500 righe, il nuovo file di esportazione CSV viene prodotto immediatamente.
      L'applicazione assegna il nome della visualizzazione corrente (o della visualizzazione non salvata) al nome del file CSV scaricato. Ad esempio, se la visualizzazione
      non è salvata
      e si fa clic sull'icona
      Esporta in CSV
      , il nome del file scaricato sarà unsaved.csv.
    • Se la visualizzazione include più di 500 righe, viene visualizzato il messaggio
      Esportazione in corso... Il download sarà disponibile nelle notifiche
      .
      L'applicazione assegna il nome
      idprocesso_nomevisualizzazione.csv
      al file CSV scaricato. Ad esempio, se il nome della visualizzazione è Esportazione investimento, il nome del file scaricato sarà 5000021_Esportazione investimento.csv.
      Il file viene salvato ed è disponibile per il download fino a
      sette
      giorni dopo la data di download. Nella notifica viene visualizzata la data nel formato mmm-gg-aaaa.
      Il processo di esportazione viene eseguito in background. È possibile continuare a lavorare nell'applicazione.
      Quando il file viene esportato ed è disponibile per il download, nella parte superiore destra di tutte le pagine di
      Clarity
      viene visualizzata una notifica nell'icona corrispondente (campanello) per avvisare l'utente.
    1. Fare clic sull'icona di notifica (campanello) per visualizzare un collegamento al file esportato.
    2. Fare clic sul collegamento per scaricare il file CSV.
  4. Per annullare l'esportazione, fare clic su
    Annulla
    .
Formattazione dei dati nel file CSV esportato
  • Tutte le date vengono visualizzate nel file CSV con il formato AAAA-MM-GG.
  • Tutti i punti decimali vengono visualizzati sotto forma di punto (.) o puntino per tutte le impostazioni locali e di lingua.
  • I valori monetari non includono i simboli di valuta.
  • Vengono visualizzati dei punti e virgola come delimitatori dei valori nei campi di ricerca multivalore. Ad esempio
    Carryover; Obbligatorio; Scelta principale
    .
Gestione dei dati nel layout Bacheca

È possibile utilizzare il layout di bacheca di
Clarity
per visualizzare i progetti, le attività di progetto, le idee e gli investimenti personalizzati sotto forma di schede. È possibile ordinare con precisione queste schede tramite la funzionalità di trascinamento della selezione sul layout Bacheca con corsie a colonne. Alcune funzionalità principali associate alle schede sono:
  • Le schede possono ora visualizzare i dati numerici e i valori monetari (gli utenti possono modificare l'aspetto di questi dati nelle opzioni di visualizzazione)
  • Le schede sono visualizzate nei colori scelti in base al valore selezionato nel campo Colore in Opzioni di visualizzazione. I colori scelti vengono visualizzati nella legenda e sono salvati insieme alla visualizzazione.
  • Per impostazione predefinita, i titoli delle schede sono uguali al campo Nome. Se si configura un valore predefinito per il campo Nome in Studio, l'applicazione utilizza tale valore durante la creazione delle schede. Se non è presente alcun valore predefinito, il nome delle nuove schede sarà Nuovo elemento per impostazione predefinita.
  • È possibile fare doppio clic su una scheda per modificarne il nome. Non è obbligatorio utilizzare quello predefinito. È possibile modificare il campo utilizzato dalle schede per visualizzarne i nomi. In Opzioni di visualizzazione, selezionare un attributo di stringa.
  • È possibile configurare le schede in modo da visualizzare fino a quattro (4) campi aggiuntivi in qualsiasi ordine (tramite le opzioni di visualizzazione). Se vengono selezionati campi aggiuntivi, il nome dei campi viene visualizzato nell'area della legenda.
  • È possibile configurare le schede in modo da visualizzare fino a tre (3) metriche numeriche nell'ordine selezionato. Il nome di ciascuna metrica viene visualizzato nella legenda.
Gli elementi della mappa sono rappresentati anche come schede su una bacheca. Tuttavia, attualmente in
Clarity
non viene utilizzato il componente di layout comune della bacheca.
Funzionalità standard del layout Bacheca
Visualizzazione personalizzata delle colonne
È possibile utilizzare il pannello Colonne per mostrare e nascondere le colonne nel layout Bacheca.
Utilizzo del filtro per individuare i record
: è possibile applicare uno o più filtri per individuare i dati che soddisfano i criteri di filtro.
Impostazione delle opzioni di visualizzazione nel layout Bacheca
:
è possibile utilizzare le opzioni di visualizzazione per configurare il layout Bacheca in base alle proprie esigenze.
Procedere come descritto di seguito
:
  1. Aprire un investimento e andare al modulo pertinente, se applicabile.
  2. Fare clic sul layout
    Bacheca
    .
  3. Fare clic su
    Opzioni di visualizzazione
    .
  4. In OPZIONI BACHECA:
    • COLONNE: selezionare l'attributo che si desidera utilizzare nella bacheca per ogni colonna.
    • COLORE: selezionare l'attributo che si desidera utilizzare nella bacheca per il colore di ogni scheda.
  5. In Opzioni scheda:
    • TITOLO SCHEDA: selezionare un attributo di stringa da visualizzare nella parte superiore per identificare ciascuna scheda della bacheca.
    • CAMPI SCHEDA: selezionare fino a quattro (4) attributi da visualizzare sul lato di ciascuna scheda nell'ordine selezionato.
    • METRICHE SCHEDA: selezionare fino a tre (3) attributi da visualizzare lungo la parte inferiore di ciascuna scheda per trasmettere informazioni di stato o metriche significative.
  6. Per configurare gli attributi di visualizzazione, le scelte e il colore di ciascun valore, fare clic su
    Gestisci elenchi a discesa
    .
    • NOME ELENCO A DISCESA: immettere un nome per l'elenco a discesa. Ciascun elenco a discesa definito dall'utente può essere applicato solo al progetto corrente.
    • Aggiungi selezione: per aggiungere un valore all'elenco a discesa, fare clic su
      Aggiungi selezione
      . Modificare il nome e il colore di ogni selezione.
  7. Al termine dell'operazione, fare clic su
    Completato
    .
Creazione di nuovi record nel layout Bacheca
Quando si tenta di aggiungere un nuovo record dal layout Bacheca, viene visualizzato un messaggio di errore poiché sono presenti campi obbligatori che non contengono valori predefiniti. Quando si crea un nuovo record nella visualizzazione Bacheca, il riquadro Dettagli viene visualizzato automaticamente. Il riquadro include tutti i campi obbligatori necessari per creare un nuovo record. Dopo aver compilato i campi obbligatori,
Clarity
aggiorna il riquadro Dettagli e crea un nuovo record. È quindi possibile continuare a modificare il record e chiudere il riquadro Dettagli al completamento dell'operazione. Tenere presente che il record andrà perso se si esce o si aggiorna la visualizzazione corrente.
Quando si compilano i campi obbligatori di un record nel riquadro Dettagli, non è possibile trascinare e rilasciare il record su colonne diverse, dal momento che non è stato ancora creato in
Clarity
.
Funzionalità comuni dei layout Griglia e Bacheca
Le seguenti funzionalità sono disponibili nei layout Griglia e Bacheca:
Aggiunta di un attributo nei layout Griglia e Bacheca
Di seguito si riportano le diverse modalità disponibili per aggiungere un attributo nei layout Griglia e Bacheca:
  1. Nel layout Griglia, fare clic sul
    Pannello colonna
    e selezionare l'attributo.
  2. Nel layout Bacheca o Griglia, selezionare un elemento di investimento.
    1. Fare clic sul riquadro
      Dettagli
      .
    2. Nella scheda Dettagli, fare clic su
      Configura
      .
    3. Cercare l'attributo nella barra di ricerca.
    4. Trascinare l'attributo nella scheda Dettagli.
    5. Fare clic su
      Esci
      .
  3. Configurare le proprietà dei blueprint
    1. Nel menu principale di Clarity, fare clic su
      Amministrazione
      .
    2. Fare clic su
      Blueprint
      .
    3. Aprire un blueprint fare clic su
      Modifica
      .
    4. Cercare l'attributo nella scheda
      Proprietà
      .
    5. Trascinarlo nella sezione Proprietà.
    6. Fare clic su
      Pubblica
      per pubblicare il blueprint. Chiedere agli utenti di aggiornare la sessione del browser per visualizzare il nuovo attributo nella scheda Proprietà dell'investimento.
Modifica delle informazioni mediante il riquadro Dettagli
I proprietari del progetto e gli utenti aziendali con diritti di accesso possono configurare e utilizzare il riquadro Dettagli per visualizzare e aggiornare rapidamente i campi in
Clarity
. Il riquadro Dettagli è visualizzato con un layout a due colonne e può essere ridimensionato fino ad occupare il 75% della schermata. Il layout Dettagli consente di includere due campi per riga. È possibile trascinare i campi in orizzontale in modo che occupino una o entrambe le colonne del layout. È possibile ridimensionare verticalmente la stringa e i tipi di dati stringa di grandi dimensioni.
Mentre la larghezza del riquadro Dettagli è standard per tutti gli utenti nelle pagine di
Clarity
, i campi all'interno del riquadro dipendono dalla visualizzazione attiva.
Il riquadro Dettagli è disponibile in
Clarity
con i layout standard Griglia o Bacheca. Il riquadro è disponibile anche nel layout Cronologia delle attività.
Esempio
: Nicole desidera assicurarsi che per ogni revisione delle attività di progetto in
Clarity
, il suo team possa:
  • Verificare se l'attività è critica o meno in modo da poter assegnare priorità a un'attività critica
  • Visualizzare la percentuale di attività completata e il lavoro effettivo impiegato per quest'ultima
Di seguito si mostra in che modo Nicole configura la colonna Dettagli e salva una visualizzazione disponibile per l'intero team.
Example.jpg
Procedere come descritto di seguito:
  1. Aprire
    Clarity
    e aprire il progetto pertinente.
  2. Accedere al modulo Attività e aprire il layout Griglia. Tenere presente che il riquadro Dettagli è disponibile anche nel layout Cronologia (versione beta) e Bacheca. Gli aggiornamenti apportati in un layout verranno mantenuti in tutti gli altri layout.
  3. Fare clic su una riga della griglia.
  4. Viene visualizzata la scheda DETTAGLI sul bordo destro della pagina.
  5. Fare clic sulla scheda
    Dettagli
    . Viene visualizzato il riquadro Dettagli.
  6. Nel riquadro Dettagli, fare clic sulla scheda
    Dettagli
    .
  7. Fare clic su
    Configura
    .
  8. Cercare e individuare il campo Critico.
  9. Trascinare un campo dall'elenco dei campi al layout del riquadro Dettagli. Posizionare il campo nella parte superiore di un campo esistente. Il nuovo campo viene visualizzato nel layout sopra il campo esistente.
  10. È possibile trascinare e rilasciare i campi per riordinarne la sequenza. Tenere presente che è possibile trascinare in orizzontale i campi in modo che occupino una o entrambe le colonne del layout. È inoltre possibile ridimensionare verticalmente la stringa e i tipi di dati stringa di grandi dimensioni.
  11. Allo stesso modo, aggiungere e disporre i campi % di completamento e Valori effettivi al layout dei dettagli.
  12. Per rimuovere un campo, selezionarlo nel layout e fare clic su
    X Rimuovi
    .
  13. Fare clic su
    Esci
    .
  14. Fare clic su
    Visualizzazione
    ,
    Salva con nome
    e immettere il nome di una Visualizzazione per salvarla.
Se viene visualizzata un'icona di lucchetto accanto a un attributo nel riquadro Dettagli, significa che l'attributo è bloccato da un processo e non può essere modificato.
Aggiunta di oggetti secondari personalizzati al riquadro Dettagli
È possibile configurare
Clarity
per visualizzare gli oggetti secondari nel riquadro Dettagli. In questo modo è possibile verificare, modificare e analizzare i dati associati agli oggetti secondari personalizzati nel riquadro Dettagli. Ad esempio, un cliente utilizza
Clarity
per la gestione dei progetti e dei prodotti. Il cliente ha creato un NPS dell'oggetto master personalizzato per ottenere il punteggio della promozione in rete dei prodotti. Inoltre ha creato due oggetti secondari per acquisire i dati relativi al Supporto e ai Servizi.
Group
Per visualizzare gli oggetti secondari nel riquadro Dettagli attenersi alla procedura riportata di seguito:
  1. Verificare che l'oggetto secondario personalizzato sia abilitato per le API.
  2. Creare una copia del blueprint Oggetto personalizzato e modificarla.
  3. Aggiungere l'oggetto secondario come modulo e selezionare la casella di controllo
    Mostra nel riquadro a comparsa Dettagli
    .
  4. Associare il nuovo blueprint al record.
  5. Accedere all'oggetto personalizzato e selezionare un record.
  6. Aprire il riquadro Dettagli e accedere al modulo dell'oggetto secondario.
  7. Modificare i dettagli utilizzando il layout Griglia.
  • Le schede del riquadro Dettagli dispongono ora di nomi invece di icone per distinguere i diversi oggetti secondari.
  • Le schede del riquadro Dettagli dispongono ora della funzionalità di scorrimento per poter navigare tra i vari oggetti secondari.
    Group
  • Per gli oggetti secondari, il modulo e il riquadro Dettagli condividono la griglia.
  • Il layout della visualizzazione Griglia definito nel modulo viene applicato anche nel riquadro Dettagli. Tutte le modifiche apportate nel riquadro Dettagli vengono applicate anche nella griglia.
  • Gli oggetti secondari nel riquadro Dettagli non dispongono di un riquadro specifico.
  • È possibile espandere e chiudere l'oggetto secondario per ampliare la visualizzazione.
  • Lo stato del riquadro Dettagli viene conservato finché l'utente non lo modifica.
    Clarity
    conserva lo stato del riquadro Dettagli anche se l'utente si disconnette da
    Clarity
    .
  • Viene inoltre conservata la scheda selezionata nel riquadro Dettagli.
Applicazione di filtri ai dati nei layout Griglia o Bacheca
È possibile utilizzare i filtri per individuare rapidamente i record corrispondenti al criterio di selezione desiderato. Ad esempio, l'utente desidera individuare le idee con un impatto significativo per l'organizzazione. Pertanto, l'utente decide di visualizzare le idee con una priorità elevata o le idee il cui ROI pianificato è compreso tra il 100% e il 400%. L'utente accede quindi alla griglia Idee e crea un filtro con i parametri Priorità idea e ROI pianificato, quindi imposta il criterio Confronta qualsiasi. Questo criterio utilizza il filtro OR logico per visualizzare le idee con priorità è elevata o il cui ROI pianificato è compreso tra i valori percentuali specificati. Se invece si desidera utilizzare il criterio AND logico è possibile utilizzare il criterio Confronta tutto.
OR
È inoltre possibile utilizzare diversi operatori nei criteri di filtro per ottenere dati ancora più specifici. Ad esempio, si desidera assegnare un manager a tutte le idee con un ROI pianificato superiore al 100%, affinché possa seguire il team durante il processo. In questo caso, è possibile impostare i seguenti valori nel filtro, con il criterio Confronta tutto:
Filtro
Condizione di filtro 1
Condizione di filtro 2
Nome attributo
ROI pianificato
Manager
Operatore
Maggiore di
È vuoto
Valore
100
Nessuno
L'opzione di filtro dell'interfaccia utente ignora l'indicatore data e ora per gli attributi di tipo Data. Se si desidera filtrare i dati con un indicatore data e ora specifico, utilizzare le API.
CommonSearch.jpg
È possibile utilizzare la barra di ricerca disponibile nei layout Bacheca, Griglia e Cronologia per filtrare i valori in base al nome o all'ID. Ad esempio, si desidera individuare un'attività specifica di un investimento. È sufficiente digitare i primi caratteri del nome nella barra di ricerca per individuarlo e modificarlo. I valori di ricerca non vengono conservati quando si salva una visualizzazione. Inoltre, se l'utente esce ed entra nuovamente nell'area di lavoro, il contenuto della barra di ricerca verrà cancellato. È anche possibile utilizzare la barra di ricerca accanto al filtro tradizionale disponibile in
Clarity
. Ad esempio, un utente utilizza il filtro per individuare tutte le attività che non sono state avviate, quindi utilizza la barra di ricerca per cercare un'attività specifica.
Clarity
visualizza unicamente i risultati che soddisfano i criteri del filtro e della barra di ricerca.
La barra di ricerca non è disponibile nelle mappe, nel modulo Personale e nel modulo Assegnazioni.
Selezione dei valori negli elenchi a discesa
La figura seguente mostra degli esempi d'uso degli elenchi a discesa di valori più frequenti. Quando viene visualizzato un elenco di valori per una colonna della griglia o come campo in una pagina, è possibile selezionare un valore (un campo a selezione singola) o più valori (un campo a selezione multipla). Quando questi elenchi di valori vengono visualizzati come filtri, in genere è possibile selezionare più valori, anche per i campi a selezione singola. Questo comportamento consente di filtrare o cercare più record. Ad esempio, i record corrispondenti alla scelta selezionata 1
O
alla scelta selezionata 2.
Elenchi a discesa comuni dei valori di
Clarity
Common New UX Drop-Down Value Lists
Visualizzazioni salvate
SavedViews1
Clarity
consente di salvare e modificare più visualizzazioni, facilitando il raggiungimento degli obiettivi aziendali. Di seguito si riportano alcune delle azioni chiave disponibili:
  • Salvare una configurazione esistente come visualizzazione nel layout Griglia, Bacheca o Cronologia
  • Aggiornare le visualizzazioni esistenti utilizzando la funzionalità di salvataggio rapido
  • Accedere alle visualizzazioni salvate da altri utenti
  • Contrassegnare le visualizzazioni rilevanti come preferite per accedervi facilmente
  • Selezionare visualizzazioni predefinite
  • Cercare visualizzazioni specifiche
  • Eliminare visualizzazioni
L'amministratore di
Clarity
può anche assegnare il diritto di accesso Visualizzazioni - Amministrazione a una risorsa. Le risorse che dispongono di questo diritto di accesso possono effettuare le azioni seguenti:
  • Assegnare visualizzazioni specifiche come visualizzazioni predefinite per tutti gli utenti
  • Eliminare le visualizzazioni create da altri utenti
Ad esempio, il un manager delle risorse Derrick utilizza molto spesso la griglia del personale per gli investimenti. Aggiunge il campo Nome requisito alla griglia Personale. Desidera salvare questa visualizzazione per poterla riutilizzare, se necessario.
SavedViews1
Se Derrick apporta una modifica qualsiasi alla visualizzazione, può fare clic su
Salva
per salvare le modifiche e aggiornare la visualizzazione con un solo clic.
Ogni volta che si salva una visualizzazione, questa viene aggiunta automaticamente all'elenco
Preferiti
. È possibile fare clic sull'opzione Gestisci per aprire la finestra
Gestisci visualizzazioni
e deselezionare la casella di controllo
Preferiti
associata alla visualizzazione per rimuoverla dall'elenco
Preferiti
.
SavedViews1
Nicole, una manager di progetto che lavora con Derrick, lo informa che ha creato una visualizzazione che le consente di visualizzare l'allocazione mensile delle risorse. La ha denominato Visualizzazione allocazione mensile. Derrick accede a tale visualizzazione utilizzando l'opzione Gestisci per impostarla come Preferito e accedervi facilmente.
Se Derrick carica e apporta modifiche alla Visualizzazione allocazione mensile creata da Nicole, il nome della visualizzazione viene modificato in Copia non salvata di Visualizzazione allocazione mensile. Derrick può fare clic su Salva per salvare la visualizzazione oppure utilizzare il selettore Visualizzazione per salvare la visualizzazione con un nome diverso. In entrambi i casi, le modifiche di Derrick non influiscono sulla visualizzazione originale di Nicole.
SavedViews1
Se si dispone del diritto di accesso
Visualizzazioni – Amministrazione
, è possibile impostare la visualizzazione Analisi dettagliata mensile come visualizzazione predefinita per tutti gli utenti. Quando gli utenti accedono alla griglia Personale per la prima volta, la visualizzazione predefinita è già stata caricata. Se una visualizzazione è selezionata sia come predefinita che come preferita, l'impostazione predefinita ha la priorità. Il diritto
Visualizzazioni – Amministrazione
consente anche di eliminare i diritti di accesso creati da altri utenti.
Gli utenti che dispongono del diritto di accesso
Visualizzazioni – Amministrazione
possono eliminare solo le visualizzazioni dalle aree dell'applicazione per le quali dispongono dei diritti di accesso. Ad esempio, se l'utente dispone dei diritti di accesso al modulo Personale ma non al modulo Dati finanziari per i progetti, potrà eliminare solo le visualizzazioni dal modulo Personale.
Disponibilità delle visualizzazioni salvate negli oggetti secondari dell'oggetto astratto di investimento in oggetti e istanze
Quando si utilizza un oggetto secondario predefinito o personalizzato associato all'oggetto astratto dell'investimento (Personale, Attività, Piano di costi), le visualizzazioni salvate su tali oggetti secondari sono disponibili in vari oggetti e istanze. Per ulteriori informazioni su questa funzionalità, consultare gli esempi riportati di seguito.
Visualizzazioni salvate nel modulo Personale
Quando si salva una visualizzazione nel modulo Personale, tale visualizzazione è disponibile in tutte le altre istanze e oggetti che utilizzano il modulo Personale in
Clarity
. Il modulo Personale è disponibile per i progetti, gli investimenti personalizzati e le idee.
Esempio
: Derek è un manager delle risorse ed è il responsabile dell'assegnazione del personale agli investimenti. Accede alla griglia Personale di un progetto e personalizza la griglia in modo da visualizzare le metriche per periodo per le allocazioni provvisorie ed effettive. Inoltre, configura la griglia in modo da visualizzare l'allocazione mensile per ciascuna risorsa e salva la visualizzazione. La visualizzazione è ora disponibile per tutti i progetti e gli elementi di investimento personalizzati.
Visualizzazioni salvate nel modulo Attività
Quando si salva una visualizzazione nel modulo Attività, tale visualizzazione è disponibile in tutte le altre istanze e oggetti che utilizzano il modulo Attività in
Clarity
. Il modulo Attività è disponibile per i progetti e per gli investimenti personalizzati. Se l'istanza o l'oggetto corrente non includono elementi quali elenchi a discesa o filtri, viene visualizzato un messaggio di errore. In tal caso, verrà visualizzata una visualizzazione non salvata con tutti gli elementi della visualizzazione salvata per l'oggetto e l'istanza corrente.
Esempio
: Nicole, la manager di progetto, ha creato un elenco a discesa personalizzato nel layout Cronologia del modulo Attività. Inoltre ha impostato i Periodi su Mesi e ha aggiunto un filtro per la revisione delle attività con ETC compresi tra 50 e 100 ore. Nicole salva quindi la visualizzazione denominandola ETC Elevati. Questa visualizzazione sarà disponibile in tutti i progetti e gli investimenti personalizzati di
Clarity
. Ad ogni modo, quando gli utenti utilizzano la visualizzazione ETC Elevati del modulo Attività in un progetto o in un investimento personalizzato diverso, la visualizzazione appare come Visualizzazione non salvata. Ciò è dovuto al fatto che l'elenco a discesa è associato solo al progetto in cui è stato creato. Gli utenti potranno però visualizzare il filtro ETC e il Periodo sarà impostato su Mesi. Gli utenti possono quindi salvare la visualizzazione non salvata e continuare a utilizzarla.
Visualizzazioni salvate nella griglia Piano di costi
Quando si salva una visualizzazione nella griglia Piano di costi, tale visualizzazione è disponibile in tutte le altre istanze e oggetti che utilizzano la griglia generale del piano di costi. La griglia generica Piano di costi è disponibile per i progetti, le idee e gli investimenti personalizzati. Se l'istanza o l'oggetto corrente non includono un attributo di raggruppamento utilizzato da un filtro o dal criterio di raggruppamento nella visualizzazione salvata, viene visualizzato un messaggio di errore. In tal caso, verrà visualizzata una visualizzazione non salvata con tutti gli elementi della visualizzazione salvata per l'oggetto e l'istanza corrente.
Esempio
: Rita, un manager finanziario, ha creato un piano di costi per un'idea e ha utilizzato gli attributi di raggruppamento Dipartimento e Ubicazione. Nel piano di costi, imposta i periodi su Mesi e seleziona la visualizzazione decimale monetaria. Infine, raggruppa i costi per ubicazione e salva la visualizzazione. Quando gli utenti applicano questa visualizzazione a un piano di costi di un investimento personalizzato in cui l'attributo di raggruppamento è Tipo di costo, la visualizzazione appare come Visualizzazione non salvata. Ciò è dovuto al fatto che l'attributo di raggruppamento Ubicazione non è disponibile negli investimenti personalizzati. Gli utenti visualizzeranno però i periodi impostati su Mesi e la visualizzazione monetaria pertinente.
Tipi di dati di attributo disponibili
Le griglie consentono la configurazione di tutti i tipi di dati di attributo, ad eccezione dei seguenti:
  • Valore personalizzato in scala cronologica (TSV)
  • Allegato
Sebbene l'attributo Allegato non sia disponibile nella griglia, è possibile:
  • Configurare l'attributo Allegato da visualizzare nel riquadro Dettagli.
  • Configurare il blueprint dell'oggetto corrispondente per visualizzare l'attributo di allegato nella pagina Proprietà.
  • Visualizzare, caricare e eliminare gli allegati nel riquadro Dettagli o nella pagina Proprietà.
È possibile eseguire le attività seguenti utilizzando i tipi di dati di attributo:
Attributi obbligatori
Gli attributi obbligatori sono contrassegnati da un asterisco (*) dopo l'etichetta.
  • La visualizzazione attualmente salvata potrebbe omettere uno o più campi obbligatori. Quando si aggiunge una nuova riga, vengono mostrati i campi obbligatori che non dispongono di valori predefiniti e la visualizzazione passa allo stato
    Non salvato
    . Vengono aggiunti alla visualizzazione anche gli attributi personalizzati contrassegnati come obbligatori.
  • Se si aggiunge un attributo personalizzato obbligatorio in
    Classic PPM
    quando sono già presenti record nel sistema, specificare un valore predefinito. Si consiglia inoltre di selezionare l'opzione
    Compila valori nulli con valori predefiniti
    .
  • Un altro modo per immettere un nuovo attributo obbligatorio è specificare un
    ID attributo API
    in modo che gli utenti possano aggiungerlo alla griglia utilizzando il Pannello colonna e immettere un valore.
Abilitazione delle API per gli attributi personalizzati
Quando si crea un attributo personalizzato, è necessario abilitarlo per le API per renderlo disponibile in
Clarity
. Questa impostazione consente inoltre di accedere all'attributo tramite le chiamate API.
Procedere come descritto di seguito:
  1. Accedere a
    Classic PPM
    .
  2. Accedere ad
    Amministrazione
    ,
    Studio
    ,
    Oggetti
    .
  3. Cercare l'oggetto (ad esempio, Progetto) con l'attributo personalizzato.
  4. Aprire l'oggetto e accedere alla scheda
    Attributi
    .
  5. Cercare l'attributo personalizzato e fare clic sull'oggetto per aprirlo.
  6. Specificare un ID univoco nel campo
    ID attributo API
    . Il valore deve iniziare con una lettera minuscola e un carattere di sottolineatura. Ad esempio, p_uploadImage.
    L'ID dell'attributo API costituisce la chiave di riferimento quando l'attributo viene visualizzato nel set di risultati di una chiamata API. Per identificare gli attributi personalizzati e convalidarne l'univocità, si consiglia di aggiungere un prefisso breve e coerente a tali ID dell'attributo API. La creazione di ID dell'attributo API univoci evita eventuali conflitti nel caso in cui vengano introdotti nuovi attributi durante gli aggiornamenti successivi. Ad esempio, l'azienda ACME Corporation potrebbe assegnare il seguente ID univoco dell'attributo API ai suoi attributi di conformità: p_acmeCompliance. Si consiglia inoltre di utilizzare la notazione Camel per denominare gli attributi personalizzati.
  7. Salvare le modifiche.
L'attributo è ora abilitato per l'accesso API e disponibile in
Clarity
. È possibile configurare l'attributo per la sua visualizzazione nel riquadro Dettagli e nei layout Bacheca e Griglia. Per visualizzare l'attributo nella pagina Proprietà, configurare il blueprint dell'oggetto. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione Modifica di un blueprint.
Cosa succede quando un attributo nella visualizzazione salvata viene rimosso in un secondo momento?
In una visualizzazione salvata è possibile memorizzare le impostazioni di filtro, colonna, ordinamento e raggruppamento. Se un attributo della visualizzazione salvata viene rimosso o disattivato nella
Classic PPM
Studio in un secondo momento, si verifica quanto segue:
  • Gli utenti possono ancora accedere alla visualizzazione.
  • L'attributo rimosso o non attivo non viene più visualizzato nel filtro, nelle colonne, nell'ordinamento o nel raggruppamento.
  • La visualizzazione specificata riporta l'icona
    Non salvato
    .
Ricerche dipendenti statiche e con parametri
Le ricerche dipendenti statiche e quelle con parametri sono abilitate in
Clarity
per i progetti, le idee e gli oggetti di tipo Investimento personalizzato. È possibile configurare le ricerche e abilitarle nell'interfaccia utente di
Classic PPM
, quindi pubblicare il blueprint in
Clarity
per visualizzarle. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione Abilitazione delle API per gli attributi
Ricerca dipendente statica
: si tratta delle ricerche che possono essere applicate a campi singoli e che dispongono di una gerarchia strutturata. Dalla gerarchia di ricerca, è possibile selezionare il valore di livello più basso in base alla selezione del livello più alto.
  • Affinché la ricerca dipendente statica venga visualizzata in
    Clarity
    , è necessario compilare l'ID dell'attributo API.
  • Una volta abilitate, le ricerche sono disponibili laddove gli attributi sono applicabili e filtrati. Le ricerche dipendenti statiche possono essere aggiunte al riquadro Dettagli tramite il blueprint.
  • È inoltre possibile aggiungere ricerche dipendenti statiche alle schede della bacheca.
  • È possibile aggiungere questi attributi come colonne nella visualizzazione Griglia e nel riquadro Dettagli. È inoltre possibile filtrare i dati in base alle ricerche di elenchi dipendente statici.
    Esempio
    : La Fase investimento di un progetto può essere indicata con una ricerca dipendente statica, ad esempio
    Fase investimento > Sviluppo nuovo prodotto > Mantieni
    .
    Static Dependent Lookup
Ricerca con parametri
: due campi di ricerca vengono collegati mediante un parametro approvato. Due ricerche sono definite come due attributi separati nell'oggetto e il valore di una ricerca determina i valori disponibili nella seconda ricerca.
  • Le ricerche con parametri vengono visualizzate in
    Clarity
    una volta compilati i valori alias API corrispondenti.
  • Il funzionamento delle ricerche è identico a quello dell'interfaccia utente di
    Classic PPM
    .
  • Le ricerche con parametri abilitate possono essere aggiunte ai blueprint per includerle nella pagina Proprietà.
  • Le modifiche apportate a un valore di ricerca nella visualizzazione Griglia o nel riquadro Dettagli vengono applicate in entrambi.
  • È inoltre possibile aggiungere ricerche con parametri alle schede della bacheca.
  • È possibile filtrare i dati in base alle ricerche con parametri. Quando si applicano dei filtri in base alla ricerca dinamica basata su query (ricerca che modifica le opzioni in base al valore di ricerca principale), il filtro visualizzerà tutte le opzioni possibili.
Esempio
: La ricerca
Modifica dell'applicazione
presenta i due valori secondari
Potenziamento e
Valutazione COTS
.
Dopo aver selezionato il tipo di progetto, è possibile selezionare la categoria di progetto.
Parameterized Lookup