Clarity: Configurazione dei blueprint per gli investimenti personalizzati e gli oggetti personalizzati

ccppmop1592
HID_newux_custom_blueprints
L'amministratore dell'applicazione o il responsabile della progettazione PMO, possono utilizzare i blueprint per configurare i layout dei diversi investimenti personalizzati e oggetti master personalizzati. È possibile usare i blueprint per configurare i layout dei diversi tipi di investimenti personalizzati in linea con gli obiettivi dell'organizzazione.
Quando si crea un nuovo investimento personalizzato o oggetto master personalizzato, in
Clarity
viene creato automaticamente un blueprint. È possibile creare una copia del blueprint e modificarlo in base alle proprie esigenze. Ad esempio, un blueprint di marketing può essere molto diverso da un blueprint di progettazione.
Di seguito sono elencati alcuni punti chiave da considerare durante la modifica dei blueprint:
  1. Creare una copia del blueprint standard, rinominarla e configurarne il layout Dettagli (sezioni e campi).
  2. Aggiungere i moduli rilevanti al blueprint.
  3. Pubblicare il blueprint.
  4. Contrassegnare il blueprint come blueprint predefinito per gli elementi di investimento e gli oggetti master personalizzati rilevanti.
2
Modifica dei dettagli del blueprint
È possibile aggiungere al modulo Proprietà del blueprint diversi attributi personalizzati e predefiniti associati agli elementi di investimento personalizzati e agli oggetti master personalizzati.
Procedere come descritto di seguito:
  1. Dall'elenco dei blueprint, fare clic sul nome del blueprint che si desidera modificare.
  2. Dalla pagina Dettagli, contenente il layout del blueprint attualmente pubblicato, fare clic su
    Modifica
    .
  3. Modificare i dettagli del blueprint:
    • Trascinare e rilasciare i campi disponibili dall'elenco Campi in una sezione esistente del blueprint. Utilizzare il campo di ricerca per individuare campi specifici in base al nome dell'etichetta. Ridimensionare qualsiasi campo nel layout utilizzando il triangolo ombreggiato visualizzato nella parte inferiore destra del campo.
    • Trascinare e rilasciare i campi da una sezione di layout del blueprint ad un'altra sezione.
    • Trascinare e rilasciare i campi dalle sezioni di layout del blueprint nell'elenco dei campi. È inoltre possibile fare clic sull'icona X di un campo di una sezione per rimuovere il campo in questione. Il campo tornerà ad essere disponibile.
    • Eliminare una sezione con o senza campi. Tutti i campi all'interno della sezione vengono rimossi dal layout e sono nuovamente disponibili per la selezione dal pannello Campi.
    • Trascinare una sezione esistente in alto o in basso all'interno del blueprint per riordinare le sezioni. Tutti i campi contenuti nella sezione vengono spostati nella nuova posizione.
    • Aggiungere una sezione facendo clic su Aggiungi sezione oppure trascinare e rilasciare il pulsante Aggiungi sezione nella posizione in cui si desidera aggiungere una sezione.
      È possibile aggiungere un attributo personalizzato a un blueprint solo se è abilitato le API.
  4. Se non si è certi delle modifiche apportate, annullare le modifiche. Le modifiche vengono eliminate e la visualizzazione dei dettagli del blueprint torna alla versione attualmente pubblicata.
  5. Fare clic su
    Pubblica
    per salvare le modifiche e rendere disponibile il nuovo layout.
Aggiunta di moduli ai blueprint
I diversi oggetti secondari associati a un investimento personalizzato o a un oggetto master personalizzato sono disponibili come moduli. È possibile aggiungere tali moduli al blueprint per renderli disponibili agli utenti.
Procedere come descritto di seguito:
  1. Dall'elenco dei blueprint, fare clic sul nome del blueprint che si desidera modificare.
  2. Dalla pagina Dettagli, contenente il layout del blueprint attualmente pubblicato, fare clic su
    Modifica
    .
  3. Selezionare la scheda
    Moduli
    .
  4. Trascinare i moduli rilevanti nelle caselle vuote per aggiungerli al blueprint.
    • Vengono visualizzati solo gli oggetti secondari personalizzati abilitati per le API come moduli.
    • Gli oggetti secondari personalizzati di primo livello vengono visualizzati come moduli. Gli oggetti secondari di secondo livello abilitati per le API vengono aggiunti automaticamente al riquadro Dettagli dell'oggetto secondario di primo livello.
    • Il blueprint di un oggetto può includere un massimo di 50 moduli, inclusi i moduli predefiniti, gli oggetti secondari personalizzati e i canali. Una volta raggiunto il limite di 50, non sarà possibile aggiungere altri moduli al blueprint. In tal caso, eliminare o combinare i moduli usati con meno frequenza.
  5. Fare clic su
    Pubblica
    per salvare le modifiche e renderle disponibili per gli utenti.
Associazione di un blueprint a un elemento di investimento o a un oggetto master personalizzato
È possibile accedere alla pagina Investimenti personalizzati o alla pagina Oggetti personalizzati e aggiungere l'attributo Blueprint alla griglia. È quindi possibile selezionare il blueprint corrispondente e applicarlo.
Creazione ed esecuzione delle regole di business
Gli amministratori possono creare regole di business nei blueprint per definire i moduli o le sezioni visualizzate dagli utenti finali. Le regole di business vengono applicate ai progetti, agli investimenti personalizzati, alle idee e agli oggetti master personalizzati. Ad esempio, l'amministratore desidera che la sezione Executive Summary (Riepilogo esecutivo) venga visualizzata nel modulo Proprietà solo nel caso in cui si verifichino le condizioni seguenti:
  • L'utente appartiene al gruppo Manager di portfolio PMO
  • Il ROI è superiore al 200%
  • La Priorità aziendale è impostata su Alta
  • L'investimento è attivo
Durante la definizione delle regole di business, è necessario eseguire tre passaggi chiave:
  1. Definizione della condizione: utilizzare il filtro generico per definire le condizioni che attivano la regola di business. In questa release, è possibile specificare le condizioni in base ai seguenti elementi:
    1. Gruppi di accesso: è possibile specificare che una sezione o un modulo non venga mostrato ai seguenti utenti:
      1. Utenti che appartengono a gruppi specifici
      2. Utenti che appartengono a tutti i gruppi tranne un gruppo specifico
        In questo esempio, la condizione prevede che il Gruppo di accesso non deve corrispondere a Manager di portfolio PMO.
    2. Attributi: è possibile specificare valori per un attributo Clarity aggiuntivo. In questo esempio, vengono specificate le condizioni rilevanti per gli attributi ROI, Priorità aziendale e Attivo.
      È possibile utilizzare le opzioni Confronta tutto o Confronta qualsiasi per creare condizioni composte che includono più gruppi e attributi. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo delle opzioni di filtro e di corrispondenza, consultare la sezione Componenti comuni. In questo esempio, viene utilizzata l'opzione Confronta tutto.
  2. Definizione delle azioni: in questa release di Clarity, le azioni consentono di nascondere moduli e sezioni. Le azioni vengono eseguite solo quando la condizione viene attivata. In questo esempio, viene utilizzata l'azione Nascondi sezioni.
  3. Definizione delle destinazioni dell'azione: le destinazioni dell'azione specificano i moduli o le sezioni che è possibile nascondere quando la condizione viene attivata. In questo esempio, viene selezionata la sezione di Riepilogo esecutivo.
In questo esempio, la sezione Riepilogo esecutivo viene nascosta per tutti i gruppi tranne per il gruppo Manager di portfolio PMO. I membri di questo gruppo visualizzeranno questa sezione solo quando il ROI è superiore al 200% e la priorità aziendale è elevata.
Procedere come descritto di seguito:
  1. Effettuare l'accesso a Clarity.
  2. Fare clic su
    Amministrazione
    e selezionare
    Blueprint
    .
  3. Selezionare il blueprint pertinente per aprirlo e fare clic su
    Modifica
    .
  4. Accedere alla scheda
    Regole
    e selezionare
    Nuova regola
    .
  5. Nella finestra Nuova regola, immettere il nome e la descrizione della regola.
  6. Nella sezione Condizioni, utilizzare l'elenco a discesa per specificare la condizione che attiverà la regola.
  7. Utilizzare l'opzione Confronta tutto o Confronta qualsiasi per completare la condizione.
  8. Nella sezione Azioni, selezionare l'azione desiderata.
  9. Definire le destinazioni dell'azione specificando le sezioni e i moduli che si desidera nascondere.
  10. Fare clic su
    Crea
    . Se la sintassi della regola è corretta, la regola verrà abilitata dopo aver fatto clic su Crea.
  11. Nella scheda Regole, verificare che la regola sia abilitata in modo che venga applicata a tutti gli investimenti associati al blueprint.
  12. Fare clic su
    Pubblica
    per aggiornare le modifiche apportate al blueprint.
Di seguito si riportano alcuni scenari in cui potrebbero essere visualizzati messaggi di errore o di avviso relativi alle regole di business:
  • È stata definita una sola azione e la destinazione dell'azione è mancante.
  • È stata definita una sola condizione e il valore della condizione è mancante.
  • Un amministratore ha eliminato o disattivato un attributo usato nella regola.
  • Le regole di business vengono applicate ai progetti, agli investimenti personalizzati, alle idee e agli oggetti master personalizzati.
  • Nella sezione Condizioni, sono disponibili i seguenti attributi per la selezione:
    • Ricerca a valore singolo (statica e dinamica)
    • Booleano
    • Stringhe
    • Numero
    • Ricerca dipendente statica
    • Ricerche con parametri
  • È possibile configurare solo le azioni per i moduli attivi associati al blueprint.
  • Dopo aver modificato una regola, è necessario pubblicarla di nuovo affinché sia attiva per l'utente finale.
  • Le informazioni del blueprint vengono memorizzate nella cache per ciascuna sessione utente. Potrebbe essere necessario gli utenti finali debbano effettuare nuovamente l'accesso o aggiornare il browser per poter visualizzare le modifiche apportate alle regole di business.
  • L'esecuzione della regola a livello dell'utente finale non aggiorna in modo dinamico l'interfaccia utente immediatamente dopo l'attivazione della regola: gli utenti dovranno uscire e accedere nuovamente o aggiornare il browser per visualizzare il modulo o la sezione nascosta. Nelle prossime release si tenterà di fornire l'aggiornamento automatico in seguito all'attivazione della regola.
  • Se è stata implementata la protezione a livello di campo, si verificherà quanto segue:
    • I campi saranno disponibili per l'amministratore che esegue la configurazione delle regole di business.
    • La regola verrà applicata ma la protezione a livello di campo verrà tenuta in considerazione al momento dell'esecuzione della regola.
  • Se una sezione, un modulo, un gruppo di Clarity o un attributo personalizzato viene disattivato o rimosso, l'amministratore dovrà rivedere tutte le regole per verificarne il corretto funzionamento.
Utilizzo dei canali per l'integrazione di contenuto esterno
I canali consentono di visualizzare in Clarity il contenuto di una risorsa esterna, ad esempio un sito, un'applicazione o i report dell'investimento sensibili al contesto di Classic PPM. È possibile interagire con tale contenuto e utilizzarlo per prendere decisioni ponderate senza dover uscire dall'investimento di Clarity.
L'amministratore può aggiungere un canale al blueprint e configurare fino a un massimo di quindici canali. Una volta creato il canale, questo viene visualizzato nel riquadro Moduli. Dopo aver pubblicato il blueprint, il canale appena creato viene visualizzato come pagina a schede all'interno dell'investimento (Progetto, Investimento personalizzato, Idee) e degli oggetti personalizzati.
Dopo aver aggiunto un canale,
non
è necessario trascinare il nuovo canale nella sezione del layout del blueprint in quanto viene aggiunto automaticamente.
Dopo aver creato 15 canali, il pulsante Nuovo canale non viene più visualizzato.
Questa pagine contiene i seguenti argomenti:
Configurazione di un canale
Di seguito si descrive come aggiungere un canale e integrare in Clarity i contenuti appartenenti a un'altra origine.
  1. Accedere a
    Blueprint
    e fare clic su
    Modifica
    .
  2. Nella scheda
    Moduli
    , fare clic su
    Nuovo canale
    .
  3. Immettere le informazioni pertinenti nei campi seguenti:
    1. Nome canale
      : immettere il nome del canale.
    2. URL canale
      : immettere l'URL del canale.
    3. URL di riferimento
      : immettere uno o più URL di riferimento separati da virgola. Gli URL di riferimento vengono utilizzati quando l'URL del canale viene reindirizza l'utente a un altro collegamento di autenticazione.
      Ad esempio, se l'URL del canale richiede l'accesso SSO, specificare l'URL di autenticazione nell'URL di riferimento.
  4. Fare clic su
    Anteprima
    per verificare il canale.
    È possibile visualizzare in anteprima solo collegamenti concreti.
  5. Fare clic su
    Pubblica
    per pubblicare il blueprint.
    Il canale è stato creato. Gli utenti dovranno aggiornare la sessione del browser per visualizzare il nuovo canale come una pagina a schede all'interno dell'investimento.
Parametri dinamici per i canali
  • È possibile utilizzare i seguenti parametri per creare collegamenti dinamici all'interno dei canali:
    • project id = ${_internalId}
    • projectCode = ${code}
    • project name =${name}
    • project manager =${manager}
    • logged in user =${_userId}
  • I canali supportano anche gli attributi personalizzati come parametri di input, utilizzando il valore Alias API attributo per i seguenti tipi di attributo:
    • Numero
    • Stringa
    • Ricerca a valore singolo (statica e NSQL)
I canali supportano anche i contenuti sensibili al contesto con parametri dinamici. I contenuti con parametri dinamici non vengono visualizzati in modalità di anteprima per i canali nel blueprint, ma è possibile visualizzarli nell'investimento.
Uso dei percorsi relativi in un URL di canale generico
Quando si aggiunge un canale da collegare a Classic PPM, sostituire l'URL del server con la sintassi HTML punto-punto-barra dei percorsi relativi invece dei riferimenti di percorso assoluto fisso. Se i dati vengono ripristinati su un altro server, il canale continua a funzionare.
URL originale
URL di canale generico
http://my_clarity.ca.com/niku/nu
../../../../../niku/nu
Esempio 1
: in questo esempio, l'utente definisce un collegamento in un canale alla pagina dei processi di progetto in
Classic PPM
:
../../../../../niku/nu#action:projmgr.projectProcessInstances&id=${_internalId}&object_type =project&object_id=${_internalId}&ui.page.space=mainnav.work&ui.page.template=union.appPage
Esempio 2:
il collegamento agli investimenti di Rally viene visualizzato come segue:
https://rally1.rallydev.com/#/investments
Esempio 3:
l'esempio seguente mostra il collegamento a un report Jaspersoft:
https://clarityserver.ca.com/reportservice/flow.html?_flowId=viewReportFlow&reportUnit= %2Fca_ppm%2Freports%2Fproject_management%2FCSK_PRJ_ProjectStatusSummary &standAlone=true&ParentFolderUri=/ca_ppm/reports/project_management &populateProject=1&projectKey_1=${_internalId}
Collegamento di canali a
Classic PPM
con il tema dell'interfaccia utente di Phoenix
Se si crea un canale collegato all'interfaccia utente di
Classic PPM
e viene applicato il tema di interfaccia utente Phoenix facoltativo, vengono visualizzati due menu principali sul bordo sinistro della pagina. Per mostrare solo un menu principale, procedere come segue:
  1. Modificare il blueprint.
  2. Aprire il modulo del canale.
  3. Aggiungere il seguente parametro al campo
    URL canale
    :
    &puiFullscreen=on
  4. Per nascondere le voci di menu specifiche del progetto, aggiungere il seguente parametro:
    &puiHidePPMTabs=on
  5. Salvare e pubblicare il blueprint.
image2019-3-19_19-26-6.png
Video: Come nascondere i comandi di spostamento e la barra degli strumenti nei canali con l'interfaccia utente Phoenix

Suggerimenti per la risoluzione dei problemi durante la configurazione dei canali (Amministratori)
  • Prima di visualizzare l'anteprima di un canale, aggiornare la pagina del browser.
  • Consigliare agli utenti di aggiornare il proprio browser dopo la pubblicazione di un blueprint con canali nuovi o modificati.
  • Negli URL di riferimento evitare spazi, punti e virgola e caratteri speciali.
  • Gli URL di riferimento devono essere separati da virgole.
Problemi noti dei canali
Refused to Frame
: è possibile visualizzare un errore Refused to Frame quando si seleziona Anteprima per un determinato URL del canale perché viola la seguente direttiva del criterio di sicurezza del contenuto: frame-src app.pendo.io cdn.pendo.iodocops.ca.com 'self' data:
Risoluzione
: per risolvere questa condizione, aggiornare il browser. L'aggiornamento forza Clarity a inserire il dominio nella white list (elementi consentiti), in conformità con la direttiva del criterio di protezione del contenuto. La nuova funzionalità del canale del blueprint ha una capacità integrata di inserire nella white list un dominio dopo averlo definito nel canale. Aggiornare il browser per inserire nella white list un dominio prima di poterlo visualizzare in anteprima. L'inserimento nella white list consente a Clarity di visualizzare le applicazioni esterne nel framework di Clarity, purché l'applicazione non presenti restrizioni CORS integrate. Clarity non può infatti sovrascrivere un criterio di protezione esterno.
Contenuto misto
: questo errore potrebbe essere visualizzato se si configura un collegamento con HTTP all'interno di un dominio che richiede una connessione HTTPS protetta:
Mixed Content: The page at 'https://MY-PPM-SERVER.ondemand.ca.com/pm/#/admin/blueprints/blueprint/edit/5000043' was loaded over HTTPS, but requested an insecure resource 'http://OTHER-SITE.domain.org'. This request has been blocked; the content must be served over HTTPS.
Il browser potrebbe visualizzare un avviso che richiede la conferma prima del caricamento degli script non sicuri. In Chrome, viene visualizzata un'icona a forma di scudo di protezione e un prompt che chiede la conferma dell'apertura di un canale non protetto.
Soluzione:
per risolvere questa condizione, modificare il canale nel blueprint per utilizzare HTTPS, quindi pubblicare il blueprint oppure, se il contenuto HTTP è sicuro, visualizzare in anteprima il contenuto HTTP in un altro browser.
Gli amministratori on-premise possono inoltre inserire un dominio nella white list, attraverso le opzioni di sistema per l'amministrazione. Consultare la sezione CSA: Utilità della riga di comando Service e Admin (nella parte inferiore della pagina in questione).