Gestione della quarantena per i client Windows

Quando le scansioni antivirus e antispyware o SONAR rilevano una minaccia,
Symantec Endpoint Protection
posiziona i file nella quarantena locale del computer client.
Gestione della quarantena
Attività
Descrizione
Controllo di file in quarantena
È consigliabile controllare periodicamente i file in quarantena per evitare l'accumulo di un numero eccessivo di tali file. Controllare i file in quarantena quando una nuova epidemia di virus si verifica in rete.
Lasciare i file con le infezioni sconosciute nella quarantena. Quando il client riceve nuove definizioni, sottopone di nuovo a scansione gli elementi in quarantena e potrebbe eliminare o riparare il file.
Eliminare file in quarantena
È possibile eliminare un file in quarantena se un backup esiste o se si possiede una copia del file da un'origine attendibile.
È possibile eliminare un file in quarantena direttamente nel computer infetto o mediante il Registro rischi nella console di
Symantec Endpoint Protection
.
Configurare in che modo
Symantec Endpoint Protection
effettua una nuova scansione degli elementi in quarantena quando sono disponibili nuove definizioni
Per impostazione predefinita,
Symantec Endpoint Protection
esegue una nuova scansione degli elementi in quarantena quando sono disponibili nuove definizioni. Ripara e ripristina automaticamente gli elementi senza avvisare. In genere è preferibile mantenere le impostazioni predefinite, ma è possibile cambiare l'azione di scansione in base alle proprie esigenze.
Gestione dell'archiviazione di file in quarantena
Per impostazione predefinita, la funzione di quarantena consente di archiviare file di backup, riparati e file in quarantena in una cartella predefinita. I file vengono eliminati automaticamente dopo 30 giorni.
È possibile gestire l'archiviazione degli elementi in quarantena nei seguenti modi:
  • Specificare una cartella locale in cui archiviare i file in quarantena.
    È possibile utilizzare la cartella predefinita o una cartella a scelta.
  • Specificare quando i file devono essere eliminati automaticamente.
    La funzione di quarantena consente di eliminare automaticamente i file dopo il numero di giorni specificato. È possibile inoltre configurare la quarantena in modo che i file vengano eliminati quando la cartella in cui sono archiviati i file raggiunge una dimensione specificata. È possibile configurare individualmente le impostazioni per i file riparati, i file di backup e i file in quarantena.
Raccogliere informazioni sugli elementi in quarantena
È possibile configurare il client per inoltrare al Server di Quarantena centrale i file infetti o sospetti e i relativi effetti collaterali per un approfondimento. È possibile utilizzare queste informazioni per migliorare il rilevamento e la riparazione.
È possibile consentire che i rilevamenti basati sulle firme nella quarantena locale vengano inoltrati a un Server di Quarantena centrale esistente. I rilevamenti di reputazione nella quarantena locale non possono essere inviati a un Server di Quarantena centrale.