Novità di Symantec Endpoint Protection 14.3 MP1 (14.3.0.1)

In questa sezione vengono descritte le nuove funzionalità della release corrente.
14.3 MP1 (aggiornamento):
Aggiunta del supporto per Google Cloud Platform per Symantec Endpoint Protection Manager registrato su cloud e gli agenti Symantec gestiti dal cloud. Non è necessario eseguire l'aggiornamento se si continua a utilizzare il componente on-premise di Symantec Endpoint Protection Manager per la gestione completa dei client. Consultare la sezione: Domande frequenti: Migrazione di Symantec Endpoint Protection a Google Cloud Platform
14.3 MP1:
  • Un miglioramento delle API REST consente di copiare le impostazioni nella politica
    Impostazioni generali
    in altri gruppi. Se non si dispone dell'ereditarietà per i gruppi abilitati, è possibile utilizzare la chiamata API per modificare le impostazioni per più gruppi. Ad esempio, è possibile impostare l'heartbeat e scaricare i valori di sequenza casuale, abilitare la protezione tamper e configurare le opzioni di controllo del server.
  • La registrazione esterna consente di aggiungere una nuova voce Syslog contenente le modifiche apportate alle politiche PII filtrate. Questa modifica aggiunge una seconda riga di registro contenente il payload della politica quando viene apportata una modifica alla politica e registrata nel registro di controllo.
  • La registrazione esterna consente di inoltrare le informazioni sul tipo di scansione ai server Syslog. Queste informazioni indicano se la scansione era di tipo completa, attiva, manuale o pianificata. Questa modifica aggiunge una nuova colonna SCAN_TYPE in Registrazione esterna per gli eventi di scansione. È possibile utilizzare queste informazioni per tenere traccia delle scansioni pianificate regolarmente sui computer client.
  • Il registro amministrativo di Symantec Endpoint Protection Manager visualizza il nome utente dell'amministratore e i nomi del gruppo di origine e di destinazione in seguito allo spostamento da parte di un client da un gruppo ad un altro.
  • Aggiunta del supporto per la scansione della riga di comando per i processi del sottosistema Windows per Linux (WSL). Dipendente da SDS 1.12 o versioni successive.
  • Lo schema del database include le seguenti modifiche della tabella:
    • SEM_AGENT: TDAD_GLOBAL_DATA_PROCESSING_DONE_TIME (marcatura di orario per quando l'agente ha terminato l'elaborazione della politica TDAD).
    • SERVER_POLICY_LOG_1 e 2: EVENT_CONTENT (archivia il contenuto della politica dopo essere stato aggiunto, modificato o eliminato in seguito all'attivazione dell'opzione Registro di controllo).