Visualizza quarantena

Utilizzare questa finestra per gestire i file nella quarantena.
la lingua del sistema operativo in cui si esegue il client potrebbe non essere in grado di interpretare alcuni caratteri nei nomi dei rischi. Se il sistema operativo non riesce a interpretare i caratteri, i caratteri appaiono come punti interrogativi nelle notifiche. Ad esempio, alcuni nomi di rischi in formato Unicode potrebbero contenere caratteri a doppio byte. Nei computer che eseguono il client in un sistema operativo italiano, questi caratteri appaiono come punti interrogativi.
Opzioni di quarantena
Opzione
Definizione
Ripristina
Riposiziona un file nel suo percorso originale e lo rimuove dalla quarantena. Ripristinare il file se si sostiene che sia stato messo erroneamente in quarantena come falso positivo. Talvolta, la posizione originale del file non è più identificabile, Ad esempio quando un allegato infetto viene estratto dal messaggio di e-mail di appartenenza e messo in quarantena. È necessario rilasciare il file e specificare la posizione desiderata.
Elimina
Elimina i file dalla quarantena. Per impostazione predefinita, i file vengono eliminati dalla quarantina automaticamente dopo 30 giorni, ma l'amministratore può configurare un altro periodo di tempo.
Ripeti scansione
Esegue nuovamente la scansione dei file in quarantena per controllare se possono essere puliti, riparati e ripristinati. Dopo aver aggiornato le definizioni sul client, il client esegue nuovamente la scansione dei file
Esporta
Esporta un elenco dei file in un foglio di lavoro o in un database per analisi.
Aggiungi
Mette in quarantena un file per evitare di infettare il computer in caso di eventuali virus o minacce. Quando una scansione rileva una minaccia, il client potrebbe non essere in grado di effettuare le azioni predefinite in caso di rilevazione. Queste azioni predefinite possono includere la pulizia o la messa in quarantena del file. Se l'azione preimpostata non può essere completata, il client registra l'evento. È possibile importare manualmente un file nella quarantena tramite il client
Symantec Endpoint Protection
. È inoltre possibile utilizzare la voce nel registro dei rischi o delle scansioni per mettere un file in quarantena in un secondo momento.
Invia
È possibile inviare un elemento potenzialmente infetto dalla quarantena a Symantec Security Response affinché venga analizzato ed eventualmente dichiarato non infetto. Symantec Security Response utilizza inoltre questi dati per la protezione contro minacce recenti e in evoluzione.
L'opzione di invio non è disponibile se l'amministratore disattiva questi tipi di invi.
Opzioni eliminazione
Elimina gli elementi dalla quarantena dopo un intervallo di tempo specificato o una data dimensione della cartella. È anche possibile specificare che il client rimuova degli elementi quando la cartella in cui sono memorizzati raggiunge una determinata dimensione. Ciò impedisce l'accumulo di file che ci si potrebbe dimenticare di eliminare manualmente.
È possibile che l'amministratore abbia impostato i parametri per determinare il periodo di permanenza degli elementi in quarantena. Gli elementi vengono eliminati automaticamente dalla quarantena quando tali parametri sono soddisfatti.